"Ibuprofen": aumenta o diminuisce la pressione, la composizione del farmaco, la forma di rilascio, indicazioni per l'uso

Le compresse di ibuprofene appartengono al gruppo farmacologico clinico di farmaci anti-infiammatori non steroidei. Hanno effetti antipiretici e analgesici e sono usati per ridurre l'intensità dei sintomi corrispondenti in vari processi patologici.

Rilascia forma e composizione

Le compresse di ibuprofene hanno un colore rosa chiaro o rosa, una forma rotonda biconvessa e una superficie liscia. Il principale ingrediente attivo del farmaco è l'ibuprofene, il cui contenuto in una compressa è di 200 mg. Include anche componenti ausiliari, che includono:

  • Stearato di magnesio
  • Amido di patate
  • Diossido di silicio colloidale.
  • Cera d'api.
  • Gelatina.
  • Azorubin come colorante.
  • Povidone a basso peso molecolare.
  • Sodio idrossicarbonato.
  • Vanillina.
  • Farina di grano
  • Biossido di titanio
  • Saccarosio.

Le compresse sono confezionate in un blister da 10 pezzi. La confezione contiene 1, 2 o 5 blister con il numero totale di compresse e le istruzioni per l'uso del farmaco.

Azione farmacologica

L'effetto clinico e farmacologico delle compresse di Ibuprofen è dovuto alla diminuzione della sintesi del principale mediatore della reazione infiammatoria della prostaglandina, responsabile dello sviluppo del dolore, del gonfiore dei tessuti e dell'aumento della temperatura corporea. La diminuzione della concentrazione di prostaglandine si verifica a causa di ibuprofene che blocca l'enzima cicloossigenasi (COX 1 e 2), che catalizza la conversione dell'acido arachidonico in prostaglandine durante lo sviluppo della reazione infiammatoria.

Dopo aver preso la pillola Ibuprofen all'interno, il principio attivo è rapidamente e quasi completamente assorbito dalla circolazione sistemica dal lume dell'intestino tenue. L'ibuprofene raggiunge la sua massima concentrazione nel sangue in 2 ore. È distribuito quasi uniformemente in tutti i tessuti del corpo. Penetra nella barriera emato-encefalica nelle strutture del sistema nervoso centrale e può anche entrare nel corpo di un feto in via di sviluppo durante la gravidanza e il latte materno durante l'allattamento. L'ibuprofene viene metabolizzato nel fegato per formare prodotti di decadimento inattivo che vengono escreti dal corpo con le urine.

Indicazioni per l'uso

Assunzione di compresse L'ibuprofene è indicato in presenza di sintomi della reazione infiammatoria in varie patologie, che comprende:

  • Patologia infiammatoria delle articolazioni e della colonna vertebrale con sindrome del dolore - artrite di qualsiasi origine, tra cui infettiva, artrosi (patologia degenerativa-distrofica delle articolazioni), osteocondrosi (lesione degenerativa della colonna vertebrale), processi autoimmuni nelle articolazioni.
  • Sindrome da dolore moderata di diversa origine e localizzazione: emicrania (cefalea parossistica), mal di denti, algomenorrea (ciclo mestruale doloroso), dolore post-traumatico o postoperatorio, nevralgia (infiammazione asettica dei nervi periferici), mialgia (dolore muscolare).
  • Sindrome febbrile sullo sfondo di intossicazione infettiva con febbre e dolori muscolari, tra cui ARVI (infezione virale respiratoria acuta).

L'uso di compresse Ibuprofen non influisce sulla progressione del processo patologico, il loro uso riguarda principalmente la terapia sintomatica.

Controindicazioni

Le compresse di ibuprofene sono assolutamente controindicate in una serie di condizioni patologiche e fisiologiche del corpo, che includono:

  • Intolleranza individuale all'ibuprofene e intolleranza crociata a qualsiasi membro del gruppo farmacologico di farmaci antinfiammatori non steroidei, intolleranza a uno qualsiasi dei componenti ausiliari delle compresse di Ibuprofen.
  • Un sintomo complesso che è caratterizzato da intolleranza patologica ad acido acetilsalicilico (si riferisce a farmaci anti-infiammatori non steroidei), allo sviluppo di poliposi mucosa nasale e asma bronchiale.
  • Patologia degli organi delle varie parti del tubo digerente, che comprende il danno ulceroso-erosivo della mucosa dello stomaco o del duodeno ed è caratterizzata da un decorso acuto (colite ulcerosa-erosiva, morbo di Crohn, ulcera peptica dello stomaco o duodeno).
  • Sanguinamento gastrointestinale al momento dell'inizio del farmaco o sofferto nel recente passato.
  • Il periodo di recupero dopo l'intervento di bypass con arteria coronaria.
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Interruzione del sistema di coagulazione del sangue con la sua insufficienza (emofilia, diatesi emorragica).
  • Patologia attiva del fegato (periodo acuto) o grave insufficienza della sua attività funzionale.
  • Emorragia intracranica
  • Gravidanza.
  • Età del bambino fino a 6 anni.

Con cautela, il farmaco viene utilizzato negli anziani, quelli con insufficienza cardiaca, epatica o renale moderatamente grave, le donne durante l'allattamento. Prima di iniziare a utilizzare le compresse di Ibuprofen, è necessario assicurarsi che non vi siano controindicazioni.

Dosaggio e somministrazione

Le compresse di ibuprofene sono prese interamente all'interno, senza masticare e bere molta acqua. Il dosaggio medio per adulti e bambini è di 200 mg (1 compressa) 3-4 volte al giorno. Secondo le indicazioni (pronunciato processo infiammatorio con sindrome del dolore), il dosaggio può essere aumentato a 400 mg (2 compresse) 3 volte al giorno, e quando è necessario ottenere un effetto clinico e terapeutico, il dosaggio è ridotto. Il periodo di tempo tra l'assunzione di pillole non deve essere inferiore a 4 ore. La dose giornaliera massima consentita non deve superare 1200 mg (6 compresse). Il corso del trattamento è in media 5 giorni, la necessità della sua estensione è determinata dal medico. Per ridurre l'effetto negativo del farmaco sugli organi dell'apparato digerente, si consiglia l'assunzione di compresse dopo i pasti.

Effetti collaterali

Le compresse di ibuprofene possono portare allo sviluppo di reazioni indesiderate da vari organi e sistemi, tra cui:

  • L'apparato digerente è la gastropatia innescata dall'esposizione a farmaci anti-infiammatori non steroidei, che è caratterizzata da nausea, vomito intermittente, pesantezza e dolore allo stomaco (regione epigastrica). Può anche sviluppare una diminuzione dell'appetito, bruciore di stomaco (sensazione di bruciore dietro lo sterno causata dall'aumentata acidità del succo gastrico), diarrea, ulcerazione della mucosa gastrica, che può essere complicata da sanguinamento gastrointestinale o perforazione dell'ulcera (formazione di fori), secchezza della mucosa orale, aphthous stomatite, ulcerazione delle gengive, epatite (infiammazione del fegato).
  • Sistema nervoso - mal di testa, vertigini intermittenti, insonnia notturna e sonnolenza diurna, aumento dell'irritabilità, depressione (declino prolungato dell'umore), confusione, meno probabilità di essere allucinazioni e meningite asettica (non infettiva).
  • Sistema cardiovascolare - tachicardia (aumento della frequenza cardiaca), aumento della pressione sanguigna (ipertensione), insufficienza cardiaca.
  • Organi di senso - perdita dell'udito, rumore o tinnito, danno tossico al nervo ottico, visione offuscata, diplopia (doppia visione), scotoma (punto a vista), secchezza, irritazione della congiuntiva degli occhi, edema palpebrale.
  • Sangue e midollo osseo rosso - anemia emolitica o aplastica (anemia associata a maggiore distruzione o insufficiente formazione di globuli rossi nel midollo osseo rosso), trombocitopenia (diminuzione del numero di piastrine per unità di volume di sangue) fino a porpora trombocitopenica.
  • Sistema urinario - sviluppo di insufficienza renale acuta, nefrite allergica (infiammazione specifica dei reni), poliuria (aumento della produzione di urina), cistite (infiammazione della vescica), sindrome nefrosica, accompagnata da grave edema tissutale generalizzato dovuto alla significativa perdita di proteine ​​plasmatiche nelle urine.
  • Indicatori di laboratorio - un aumento del livello di creatinina nel sangue, un aumento dell'attività degli enzimi epatici delle transaminasi (AST, ALT), che indica un danno agli epatociti, un aumento della durata della coagulazione del sangue.
  • Reazioni allergiche: eritema cutaneo, che si sviluppa spesso sotto forma di orticaria (simile a un'ustione di ortica), grave prurito cutaneo, angioedema (marcato gonfiore dei tessuti molli del viso e organi genitali esterni), shock anafilattico (marcata riduzione della pressione arteriosa sistemica e insufficienza multiorgano ), asma bronchiale (reazione dei bronchi con il loro spasmo e lo sviluppo di mancanza di respiro). Gravi reazioni allergiche possono anche svilupparsi sulla pelle sotto forma di eritema multiforme essudativo (sindrome di Stevens-Johnson), necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell).

Il rischio di sviluppare reazioni negative aumenta con l'uso prolungato di compresse di ibuprofene. La comparsa di uno qualsiasi di questi sintomi è la base per l'interruzione del farmaco.

Istruzioni speciali

Prima di iniziare a prendere le compresse di Ibuprofen, è necessario leggere attentamente le istruzioni per il farmaco. Ci sono diverse istruzioni speciali a cui dovresti prestare attenzione prima di usarlo, tra cui:

  • Il trattamento deve essere effettuato nella dose minima efficace e in un piccolo ciclo, che non deve superare i 5 giorni.
  • In caso di uso prolungato di compresse di ibuprofene, è necessario un monitoraggio periodico in laboratorio dell'attività funzionale del fegato, dei reni e della coagulazione del sangue.
  • La somministrazione congiunta con altri farmaci dal gruppo farmacologico di farmaci anti-infiammatori non steroidei non è raccomandata.
  • Se necessario, la determinazione in laboratorio del livello di ketosteroidi nel sangue, 48 ore prima dello studio, il farmaco viene annullato, perché la sua ricezione può influenzare l'affidabilità dei risultati.
  • Per i bambini dai 6 ai 12 anni, il farmaco può essere utilizzato solo sotto la supervisione di un medico.
  • Durante l'assunzione del farmaco si raccomanda di astenersi da attività che richiedono una maggiore concentrazione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Nella rete di farmacie, le compresse di ibuprofene sono disponibili senza prescrizione medica. Se necessario, il loro uso per più di 5 giorni (nessun effetto clinicamente significativo), l'emergere di domande o dubbi, è necessario consultare il proprio medico.

overdose

Un eccesso significativo della dose terapeutica raccomandata è accompagnato da dolore addominale, nausea, vomito, depressione, sonnolenza, mal di testa, tinnito, aumento della frequenza cardiaca. In questo caso, lavare lo stomaco, l'intestino, ricevere assorbenti intestinali (carbone attivo) e terapia sintomatica. Non esiste un antidoto specifico oggi.

Analoghi di compresse di Ibuprofen

Simile al principale principio attivo e all'effetto terapeutico per le compresse di Ibuprofen è il farmaco Nurofen.

Termini e condizioni di conservazione

Le compresse di ibuprofene hanno una durata di 3 anni. Devono essere conservati a una temperatura dell'aria non superiore a + 25 ° C alla portata dei bambini.

Prezzo medio

Il costo medio di 10 compresse di ibuprofene nelle farmacie di Mosca varia da 38 a 43 rubli.

Compresse di ibuprofene - istruzioni per l'uso

Istruzioni per l'uso di pillole Ibuprofen consiglia di prenderli per alleviare il dolore, eliminare l'infiammazione e ridurre la temperatura corporea elevata. Lo strumento inizia a funzionare immediatamente e dà un effetto rapido. Il risultato diventa evidente dopo 30-60 minuti e dura 5-8 ore.

La composizione di ibuprofene

Il farmaco con questo nome è prodotto da diverse case farmaceutiche (Hemofarm, Borisov Plant, Ecolab). Il principale ingrediente attivo dragee - ibuprofen.
Come componenti aggiuntivi, i produttori utilizzano:

  • coloranti;
  • dolcificanti;
  • componenti di guscio idrosolubili;
  • fecola di patate;
  • magnesio stearato;
  • povidone;
  • biossido di titanio;
  • trigliceridi.

Il metodo di azione del farmaco è spiegato dal componente principale nella sua composizione. L'ibuprofene è un farmaco non steroideo con un effetto antinfiammatorio. È un derivato dell'acido fenilpropinico. Come risultato dell'assunzione, l'enzima viene bloccato, il che stimola la sintesi delle prostaglandine - mediatori del dolore e dei processi infiammatori.

Dosaggio per compresse di ibuprofene

Il farmaco in compresse è disponibile in dosaggi di 0,2 e 0,4 grammi. Per il paziente, il dosaggio dipende dall'età.

L'assunzione del farmaco in dosi superiori al massimo consentito è caratterizzata da:

  • dolore addominale;
  • nausea, vomito;
  • mal di testa;
  • tinnito;
  • bradicardia;
  • tachicardia;
  • insufficienza renale acuta;
  • smetti di respirare

In caso di sovradosaggio, si consiglia di:

  • fare un lavaggio gastrico (solo durante la prima ora dopo l'assunzione del medicinale);
  • assumere carbone attivo al ritmo di 1 compressa per 10 kg di peso corporeo;
  • bere alcalino (acqua minerale alcalina - Essentuki, Borjomi, soluzione di soda debole - prendere 10 grammi di bicarbonato di sodio per 1 litro di acqua potabile).

Consultare un medico per ulteriori istruzioni.

Compresse di ibuprofene - istruzioni per l'uso per adulti

Il farmaco è prescritto per gli adulti con malattie che sono accompagnate da disturbi della febbre e malessere generale con sensazioni dolorose. Indicazioni per l'uso:

  • mal di testa, attacco di emicrania;
  • dolore articolare e muscolare;
  • disturbi ricorrenti nelle donne;
  • dolore postoperatorio;
  • febbre con raffreddore, influenza, dopo la vaccinazione;
  • una diminuzione della pressione arteriosa dovuta all'uso eccessivo di farmaci antipertensivi;
  • sindrome nefrosica.


Il dosaggio del farmaco è impostato individualmente. La frequenza d'uso dipende dalla gravità del quadro clinico della malattia:

  • dose minima efficace per uso singolo di 200 mg;
  • dose massima per un uso singolo di 800 mg;
  • dose massima durante il giorno 1200 mg;
  • frequenza d'uso del farmaco non più di 4 volte;
  • la durata dell'auto-ricezione di 5 giorni.

Bere pillole durante i pasti o dopo i pasti.

Compresse di ibuprofene - istruzioni per l'uso per i bambini

Fin dai primi giorni di vita, i medici prescrivono un rimedio per un bambino con dolore, calore e infiammazione. Si consiglia di utilizzare con reclami:

  • per mal di testa;
  • febbre causata da un raffreddore;
  • dolore nei reni e nell'addome con patologie dell'apparato urinario;
  • lividi e ferite;
  • mal di denti;
  • malessere dopo la vaccinazione.


Inoltre nominato dal medico nel complesso trattamento di otite media, faringite, sinusite, tonsillite, bronchite, polmonite. La dose giornaliera di farmaci per i bambini:

  • il neonato viene determinato in base al peso corporeo al ritmo di 20-40 mg per chilogrammo;
  • da mezzo anno a un anno 150 mg;
  • da un anno a tre 200 mg;
  • 300 mg da tre a cinque anni;
  • 400 mg da cinque a otto anni;
  • da nove anni 600 mg;
  • circa 12 anni 800 mg;
  • dopo 18 anni, 1200 mg.

La quantità giornaliera del farmaco deve essere divisa in 3 o 4 dosi. Si consiglia di somministrare nuovamente il medicinale al paziente non prima di 8 ore. Bere pillole dopo i pasti.

Compresse di ibuprofene - istruzioni per l'uso per bambini dai 12 anni

Dall'età di 12 anni, il farmaco viene prescritto nella stessa misura dell'adulto, poiché il peso corporeo supera già i 40 kg. indicazioni:

  • per il mal di schiena;
  • mal di testa;
  • nelle ragazze con inizio doloroso delle mestruazioni;
  • ferite e lividi;
  • nel complesso trattamento di malattie virali e batteriche, raffreddori e influenza;
  • dopo la vaccinazione con un aumento della temperatura corporea;
  • per eliminare il mal di denti;
  • dopo l'intervento chirurgico;
  • come mezzo aggiuntivo nei processi infiammatori.

Il dosaggio per i bambini la cui età ha raggiunto i 12 anni è di 200 mg alla fine del pasto. Se necessario, puoi riprendere a prendere la pillola dopo 6-8 ore. La molteplicità di utilizzo 3-4 volte, la durata di non più di 5 giorni.

Ibuprofen 200 mg - istruzioni per l'uso di compresse


Le pillole in un dosaggio di 200 mg sono prescritte per adulti e bambini con manifestazioni cliniche lievi sotto forma di ipertermia e dolore. Indicazioni per l'uso:

  • esacerbazione dell'artrite reumatoide;
  • infiammazione muscolare di qualsiasi localizzazione;
  • nevralgie;
  • attacco di emicrania e mal di testa;
  • osteocondrosi;
  • segni di un raffreddore (mal di testa, febbre);
  • bronchite e tracheite;
  • faringite e laringite;
  • sinusite e sinusite;
  • otite catarrale, moderata, esterna;
  • mal di denti;
  • lesioni di tessuti molli e muscoli;
  • ustioni.

L'istruzione raccomanda una quantità individuale di farmaco corrispondente all'età.

IBUPROFEN

◊ Compresse rivestite di rosa, biconvesse; sulla sezione trasversale sono visibili due strati.

10 pezzi - Pacchetti di cellule del contorno (2) - pacchi di cartone.
10 pezzi - Confezioni di cellule contornate (5) - confezioni di cartone.
10 pezzi - Pacchetti di cellule del contorno (10) - pacchi di cartone.
50 pezzi - banche di vetro scuro (1) - confezioni di cartone.

◊ Compresse rivestite di rosa, biconvesse; sulla sezione trasversale sono visibili due strati.

10 pezzi - Pacchetti di cellule del contorno (2) - pacchi di cartone.
10 pezzi - Confezioni di cellule contornate (5) - confezioni di cartone.
10 pezzi - Pacchetti di cellule del contorno (10) - pacchi di cartone.
50 pezzi - barattoli di polimeri (1) - pacchi di cartone.

FANS. Ha effetto antinfiammatorio, antipiretico e analgesico. Sopprime i fattori anti-infiammatori, riduce l'aggregazione piastrinica. Inibisce i tipi di cicloossigenasi 1 e 2, viola il metabolismo dell'acido arachidonico, riduce la quantità di prostaglandine nei tessuti sani e nel fuoco dell'infiammazione e sopprime le fasi essudativa e proliferativa dell'infiammazione. Riduce la sensibilità al dolore nell'infiammazione. Provoca l'indebolimento o la scomparsa della sindrome dolorosa, incl. con dolore alle articolazioni a riposo e con movimento, riduzione della rigidità mattutina e gonfiore delle articolazioni, aumenta la gamma di movimento.
Effetto antipiretico a causa di una diminuzione dell'eccitabilità dei centri a temperatura controllata del diencefalo

L'ibuprofene è rapidamente e quasi completamente assorbito dal tratto gastrointestinale, il suo Cmax in plasma sono raggiunti in 1-2 ore dopo l'ingestione, nel liquido sinoviale - in 3 ore, è associato a proteine ​​plasmatiche del 99%.

Penetra lentamente nella cavità delle articolazioni, indugia nel tessuto sinoviale, creando concentrazioni maggiori in esso rispetto al plasma.

Il metabolismo dell'upuprofene si verifica principalmente nel fegato. T1/2 2-3 ore dal plasma, escreto dai reni come metaboliti (non più dell'1% è escreto invariato), e in misura minore - con la bile. L'ibuprofene è completamente eliminato in 24 ore.

- tensione di mal di testa ed emicrania;

- dolore articolare e muscolare

- dolore nella parte posteriore, lombare, sciatica;

- dolore con danno ai legamenti;

- febbre con raffreddore, influenza;

- artrite reumatoide, osteoartrosi.

I FANS sono destinati alla terapia sintomatica, riducendo il dolore e l'infiammazione al momento dell'uso, non influenzano la progressione della malattia.

- alterazioni erosive e ulcerative della mucosa dello stomaco o del duodeno, sanguinamento gastrointestinale attivo;

- malattia infiammatoria intestinale nella fase acuta, tra cui colite ulcerosa;

- Dati anamnestici sull'attacco di ostruzione bronchiale, rinite, orticaria dopo assunzione dell'acido acetilsalicilico o di un altro farmaco antinfiammatorio non steroideo (sindrome da intolleranza completa o incompleta dell'acido acetilsalicilico - rinosinusite, orticaria, polipi mucosi nasali, asma bronchiale);

- insufficienza epatica o malattia epatica attiva;

- insufficienza renale (CC inferiore a 30 ml / min), malattia renale progressiva;

- emofilia e altri disturbi emorragici (inclusa ipocoagulazione), diatesi emorragica;

- durante il periodo dopo l'innesto di bypass delle arterie coronariche;

- gravidanza (III trimestre);

- età da bambini: fino a 6 anni e da 6 a 12 anni (con un peso del corpo meno di 20 kg) - per targhe 200 mg; fino a 12 anni - per compresse da 400 mg;

- ipersensibilità a uno qualsiasi degli ingredienti che compongono il farmaco.

Precauzioni: età avanzata, insufficienza cardiaca congestizia, malattie cerebrovascolari, ipertensione, malattia coronarica, dislipidemia / iperlipidemia, diabete mellito, malattia arteriosa periferica, sindrome nefrosica, CC meno di 30-60 ml / min, iperbilirubinemia, ulcera gastrica e duodenale intestino (storia), presenza di infezioni da Helicobacter pylori, gastrite, enterite, colite, l'uso prolungato di FANS, malattie del sangue di eziologia sconosciuta (leucopenia e anemia), gravidanza (I-II) acetonide n Calore lattazione, fumo, uso frequente di alcool (alcool), gravi malattie somatiche, terapia concomitante seguenti farmaci: anticoagulanti (ad esempio, warfarin), agenti antipiastrinici (per esempio, aspirina, clopidogrel), corticosteroidi orali (ad esempio, prednisone), inibitori selettivi della ricaptazione serotonina (ad esempio, citalopram, fluoxetina, paroxetina, sertralina).

Adulti, anziani e bambini oltre i 12 anni: compresse da 200 mg 3-4 volte al giorno; in compresse da 400 mg 2-3 volte al giorno. La dose giornaliera è di 1200 mg (non assumere più di 6 compresse da 200 mg (o 3 compresse da 400 mg) per 24 ore.

Le compresse devono essere deglutite con acqua, preferibilmente durante o dopo i pasti. Non prendere più di 4 ore.

Non superare la dose specificata!

Il corso del trattamento senza consultare un medico non dovrebbe superare i 5 giorni.

Se i sintomi persistono, consultare un medico.

Non usare in bambini sotto i 12 anni senza consultare un medico.

Bambini da 6 a 12 anni (con peso superiore a 20 kg): 1 compressa da 200 mg, non più di 4 volte / die. L'intervallo tra l'assunzione di pillole per almeno 6 ore

Nelle dosi raccomandate, il farmaco di solito non causa effetti collaterali.

Da parte del sistema digestivo: FANS-gastropatia (dolore addominale, nausea, vomito, bruciore di stomaco, perdita di appetito), diarrea, flatulenza, stitichezza; ulcerazioni della mucosa gastrointestinale, che in alcuni casi sono complicate
perforazione e sanguinamento; irritazione o secchezza della mucosa orale, dolore alla bocca, ulcerazione delle mucose delle gengive, stomatite aftosa, pancreatite, epatite.

Da parte del sistema respiratorio: mancanza di respiro, broncospasmo.

Da parte dei sensi: deficit uditivo: perdita dell'udito, tintinnio o acufene; menomazione visiva: danno tossico al nervo ottico, visione offuscata, scotoma, secchezza e irritazione oculare, edema congiuntivale e palpebra (origine allergica).

Dal sistema nervoso centrale e periferico: mal di testa, vertigini, insonnia, ansia, nervosismo e irritabilità, agitazione psicomotoria, sonnolenza, depressione, confusione, allucinazioni, meningite asettica (più spesso nei pazienti con malattie autoimmuni).

Dal momento che il sistema cardiovascolare: insufficienza cardiaca, tachicardia, aumento della pressione sanguigna.

Da parte del sistema urinario: insufficienza renale acuta, nefrite allergica, sindrome nefrosica (edema), poliuria, cistite.

Reazioni allergiche: eruzione cutanea (solitamente eritematosa o orticaria), prurito, angioedema, reazioni anafilattoidi, shock anafilattico, broncospasmo o dispnea, febbre, eritema multiforme (incluso edema della sindrome eritema (compresa sindrome SJS, inclusa febbre, distrofia, eritema ed eritema, inclusa anemia) Lyell), eosinofilia, rinite allergica.

Dal lato degli organi ematopoietici: anemia (compresa emolitica, aplastica), trombocitopenia e porpora trombocitopenica, agranulocitosi, leucopenia.

Altro: aumento della sudorazione.

Dagli indicatori di laboratorio: tempo di sanguinamento (può aumentare), concentrazione sierica di glucosio (può diminuire), clearance della creatinina (può diminuire), ematocrito o emoglobina (può diminuire), concentrazione sierica di creatinina (può aumentare), attività delle transaminasi epatiche (può aumentare ).

Sintomi: dolore addominale, nausea, vomito, letargia, sonnolenza, depressione, mal di testa, tinnito, acidosi metabolica, coma, insufficienza renale acuta, diminuzione della pressione sanguigna, bradicardia, tachicardia, fibrillazione atriale, insufficienza respiratoria.

Trattamento: lavanda gastrica (solo entro un'ora dalla somministrazione), carbone attivo, bere alcalino, diuresi forzata, terapia sintomatica (correzione dello stato acido-base, pressione arteriosa).

A dosi terapeutiche, l'ibuprofene non entra in interazioni significative con farmaci ampiamente usati.

Gli induttori degli enzimi di ossidazione microsomiale nel fegato (fenitoina, etanolo, barbiturici, flumecinolo, rifampicina, fenilbutazone, antidepressivi triciclici) aumentano la produzione di metaboliti attivi idrossilati, aumentando il rischio di sviluppare gravi intossicazioni. Inibitori dell'ossidazione microsomiale - riducono il rischio di azione epatotossica.

Riduce l'attività ipotensiva dei vasodilatatori e l'effetto natriuretico di furosemide e idroclorotiazide.

Riduce l'efficacia dei farmaci uricosurici.

Migliora l'effetto di anticoagulanti indiretti, agenti antipiastrinici, fibrinolitici (che aumenta il rischio di sanguinamento).

Rafforza gli effetti collaterali di corticosteroidi minerali, glucocorticosteroidi (aumenta il rischio di sanguinamento gastrointestinale), estrogeni, etanolo; migliora l'effetto ipoglicemico dei derivati ​​sulfonilurea.

Gli antiacidi e la colestiramina riducono l'assorbimento di ibuprofene.

Aumenta la concentrazione sanguigna di digossina, preparazioni di litio e metotrexato.

La nomina contemporanea di altri FANS aumenta la frequenza degli effetti collaterali.

La caffeina aumenta l'effetto analgesico (analgesico).

Con la nomina contemporanea di ibuprofene si riduce l'effetto antinfiammatorio e antiaggregante dell'acido acetilsalicilico (è possibile aumentare l'incidenza dell'insufficienza coronarica acuta in pazienti che ricevono piccole dosi di acido acetilsalicilico come agente antiaggregante dopo aver iniziato l'ibuprofene).

Cefamandolo, cefoperazone, cefotetan, acido valproico, plykamytsin aumentano l'incidenza di ipoprotrombinemia con un appuntamento simultaneo.

I farmaci mielotossici aumentano l'ematotossicità del farmaco.

Le preparazioni di ciclosporina e oro migliorano l'effetto dell'ibuprofene sulla sintesi delle prostaglandine nei reni, che si manifesta con un aumento della nefrotossicità. L'ibuprofene aumenta la concentrazione plasmatica di ciclosporina e la probabilità dei suoi effetti epatotossici.

Farmaci che bloccano la secrezione tubulare, riducono l'escrezione e aumentano la concentrazione plasmatica di ibuprofene.

Con l'uso a lungo termine, è necessario controllare il pattern del sangue periferico e lo stato funzionale del fegato e dei reni.

Per ridurre il rischio di eventi avversi dal tratto gastrointestinale, deve essere utilizzata una dose minima efficace. Quando compaiono i sintomi della gastropatia, viene mostrato un attento monitoraggio, tra cui esofagogastroduodenoscopia, un esame del sangue con emoglobina ed ematocrito e analisi del sangue occulto nelle feci.

Se necessario, determinare il farmaco 17-chetosteroidi deve essere annullato 48 ore prima dello studio.

Durante il periodo di trattamento dovrebbe astenersi dall'assunzione di alcool e attività che richiedono un'alta concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Cosa aiutano le compresse di Ibuprofen: istruzioni per l'uso

Ibuprofen - antipiretico, analgesico, anti-infiammatorio.

Indicazioni per l'uso - vari processi infiammatori causati dall'esposizione a prostaglandine infiammatorie. La preparazione contiene due molecole complementari che bloccano le modificazioni negative dei metaboliti dell'acido arachidonico.

In questa pagina troverai tutte le informazioni su Ibuprofen: istruzioni complete per l'uso di questo farmaco, prezzi medi nelle farmacie, analoghi completi e incompleti del farmaco, nonché recensioni di persone che hanno già usato le compresse di Ibuprofen. Vuoi lasciare la tua opinione? Si prega di scrivere nei commenti.

Gruppo clinico e farmacologico

Condizioni di vendita della farmacia

Viene rilasciato senza prescrizione medica.

Quanto costa l'ibuprofene? Il prezzo medio nelle farmacie è a 25 rubli.

Rilascia forma e composizione

Le compresse di ibuprofene sono bianche rotonde, lisce, biconvesse.

  • Ogni compressa contiene 200 mg o 400 mg di ingrediente attivo.
  • Eccipienti - stearato di magnesio, talco, lattosio, amido di patate, biossido di silicio colloidale, Povidone 25.

10, 20 e 100 pezzi per confezione.

Effetto farmacologico

Il principio attivo del farmaco è l'ibuprofene, un derivato dell'acido fenilpropionico.

L'ibuprofene è più efficace per il dolore infiammatorio. L'effetto antipiretico è abbastanza vicino all'acido acetilsalicilico. Inibisce l'adesione delle piastrine, migliora la microcircolazione e riduce l'intensità dell'infiammazione. Se applicato esternamente, l'Ibuprofen come un unguento ha un forte effetto analgesico, riducendo arrossamenti, rigidità mattutina e gonfiore.

Il farmaco è incluso nella lista dei più importanti farmaci dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, la sua efficacia e sicurezza sono state studiate e clinicamente testate.

Indicazioni per l'uso

Cosa aiuta le compresse di Ibuprofen? Le principali indicazioni per la prescrizione del farmaco sono:

  1. malattia infiammatoria della colonna vertebrale e delle articolazioni (tra cui l'artrite reumatoide e reumatiche, deformando dell'osteoartrite, della spondilite anchilosante, artrite gottosa).
  2. dolore moderato o debole di varia origine (tra cui l'emicrania, mal di testa, mialgia, origine reumatica e reumatica, mal di denti, dolore post-operatorio, nevralgie, algomenorrea primaria, mal di gola e alle orecchie, dolore post-traumatico).
  3. Sindrome febbrile in malattie infettive e "fredde".

Controindicazioni

  • alterazioni erosive e ulcerative della mucosa dello stomaco o del duodeno, sanguinamento gastrointestinale attivo;
  • insufficienza renale (CC inferiore a 30 ml / min), malattia renale progressiva;
  • iperkaliemia confermata;
  • emofilia e altri disturbi emorragici (inclusa ipocoagulazione), diatesi emorragica;
  • nel periodo dopo l'intervento chirurgico di bypass delle arterie coronariche;
  • gravidanza (III trimestre);
  • malattia infiammatoria intestinale nella fase acuta, tra cui colite ulcerosa;
  • dati anamnestici bronchiali forma, rinite, orticaria, dopo aver ricevuto aspirina o altri farmaci anti-infiammatori non steroidei (totale o parziale sindrome intolleranza dell'acido acetilsalicilico - rhinosinusitis, orticaria, polipi, mucosa nasale, asma bronchiale);
  • insufficienza epatica o malattia epatica attiva;
  • età dei bambini: fino a 6 anni e da 6 a 12 anni (con un peso corporeo inferiore a 20 kg) - per compresse da 200 mg; fino a 12 anni - per compresse 400 mg;
  • ipersensibilità a uno qualsiasi degli ingredienti che compongono il farmaco.

Precauzioni: età avanzata, insufficienza cardiaca congestizia, malattie cerebrovascolari, ipertensione, malattia coronarica, dislipidemia / iperlipidemia, diabete mellito, malattia arteriosa periferica, sindrome nefrosica, CC meno di 30-60 ml / min, iperbilirubinemia, ulcera gastrica e duodenale intestino (storia), presenza di infezioni da Helicobacter pylori, gastrite, enterite, colite, l'uso prolungato di FANS, malattie del sangue di eziologia sconosciuta (leucopenia e anemia), gravidanza (I-II) acetonide n Calore lattazione, fumo, uso frequente di alcool (alcool), gravi malattie somatiche, terapia concomitante seguenti farmaci: anticoagulanti (ad esempio, warfarin), agenti antipiastrinici (per esempio, aspirina, clopidogrel), corticosteroidi orali (ad esempio, prednisone), inibitori selettivi della ricaptazione serotonina (ad esempio, citalopram, fluoxetina, paroxetina, sertralina).

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

L'ibuprofene è il farmaco di scelta per il dolore e il calore durante la gravidanza, poiché durante questo periodo di tempo è più sicuro per il corpo di una donna rispetto alla maggior parte degli altri analgesici e antipiretici.

Nei primi 2 trimestri di gravidanza, non influisce negativamente sullo sviluppo del feto, non provoca sanguinamento (a differenza dell'aspirina) e non crea una minaccia di aborto spontaneo.

L'ibuprofene è controindicato nell'ultimo trimestre di gravidanza.

Innanzitutto, il farmaco inibisce la contrazione dei muscoli dell'utero. In secondo luogo, il suo uso può causare la chiusura del dotto di Botallova e lo sviluppo di ipertensione polmonare in un bambino. In terzo luogo, il farmaco ha la capacità di bloccare gli ormoni responsabili del processo generico.

L'ibuprofene durante l'allattamento al seno non influisce sulla qualità e sulla secrezione del latte, quindi può essere usato per curare le donne che allattano.

Istruzioni per l'uso

Le istruzioni per l'uso indicano che ttbletki deve essere ingerito con acqua, preferibilmente durante o dopo un pasto. Non prendere più di 4 ore.

  • Adulti, anziani e bambini oltre i 12 anni: compresse da 200 mg 3-4 volte al giorno; in compresse da 400 mg 2-3 volte al giorno. La dose giornaliera è di 1200 mg (non assumere più di 6 compresse da 200 mg (o 3 compresse da 400 mg) per 24 ore.
  • Bambini da 6 a 12 anni (con peso superiore a 20 kg): 1 compressa da 200 mg, non più di 4 volte / die. L'intervallo tra l'assunzione di pillole per almeno 6 ore

Il corso del trattamento senza consultare un medico non dovrebbe superare i 5 giorni. Se i sintomi persistono, consultare un medico. Non superare la dose specificata!

Effetti collaterali

Ci sono diversi effetti collaterali in diversi spettri del corpo che dovresti prestare attenzione a:

  • problemi comuni - stanchezza e malessere;
  • nel tratto gastrointestinale - ulcere e disturbi intestinali, flatulenza, dispepsia;
  • funzione immunitaria - ipersensibilità, asma, anafilassi;
  • sistema renale - disfunzione d'organo, nefropatia e nefrite;
  • sangue e sistema linfatico - leucopenia, trombocitopenia, anemia;
  • natura infettiva - meningite, rinite in presenza di disturbi autoimmuni;
  • i sensi - problemi di vista, udito, sensazioni di rumore, vertigini;
  • attività cardiovascolare - edema, problemi di ritenzione di liquidi, insufficienza;
  • CNS: ansia e disturbi del sonno, depressione prolungata, neurite, dolore alla testa, sonnolenza.

La conformità e la considerazione di questi fattori garantiscono un rapido recupero. Informazioni sul farmaco ibuprofene, istruzioni per l'uso del tablet, prezzo, recensioni, analoghi sono dati a scopo informativo.

overdose

Se la dose giornaliera o singola di Ibuprofen viene superata, si verificano i seguenti sintomi:

  • acidosi metabolica;
  • coma;
  • insufficienza renale acuta;
  • abbassare la pressione sanguigna;
  • battito cardiaco rapido o lento;
  • dolore all'addome, nausea, vomito;
  • letargia, sonnolenza, depressione;
  • mal di testa, tinnito;
  • fibrillazione atriale e arresto respiratorio.

In queste condizioni, si applica il trattamento:

  • lavanda gastrica (efficace per la prima ora dopo l'assunzione del medicinale);
  • carbone attivo (utilizzato per ridurre l'assorbimento dei farmaci nel tratto gastrointestinale);
  • bere alcalino e diuresi forzata;
  • terapia sintomatica (monitorare la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e le condizioni generali).

Quando vengono presi i primi provvedimenti, è necessario cercare assistenza qualificata e chiamare la brigata di ambulanza.

Istruzioni speciali

  1. Con l'uso a lungo termine, è necessario controllare il pattern del sangue periferico e lo stato funzionale del fegato e dei reni.
  2. Se necessario, determinare il farmaco 17-chetosteroidi deve essere annullato 48 ore prima dello studio.
  3. Per ridurre il rischio di eventi avversi dal tratto gastrointestinale, deve essere utilizzata una dose minima efficace. Quando compaiono i sintomi della gastropatia, viene mostrato un attento monitoraggio, tra cui esofagogastroduodenoscopia, un esame del sangue con emoglobina ed ematocrito e analisi del sangue occulto nelle feci.

Durante il periodo di trattamento dovrebbe astenersi dall'assunzione di alcool e attività che richiedono un'alta concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Interazioni farmacologiche

  1. La caffeina potenzia l'effetto analgesico dell'ibuprofene;
  2. Quando interagiscono con i bloccanti del reuptake della serotonina, aumenta il rischio di sanguinamento gastrointestinale;
  3. Quando si trattano con induttori di ossidazione microsomiale, aumenta il rischio di intossicazione;
  4. L'ibuprofene non è raccomandato mentre si prendono altri FANS contemporaneamente;
  5. Quando somministrato con anticoagulanti, aumenta il rischio di sanguinamento;
  6. Barbiturici e preparati con etanolo aumentano la concentrazione di ibuprofene nel plasma sanguigno;
  7. Riduce l'effetto di vasodilatatori, furosemide e idroclorotiazide;
  8. Aumenta l'attività di agenti antipiastrinici, anticoagulanti indiretti, fibrinolitikov, farmaci ipoglicemici e insulina, derivati ​​sulfonilurea;
  9. Con il trattamento simultaneo con cefalosporine aumenta la frequenza di ipoprotrombinemia, aumenta il rischio di effetti nefrotossici ed epatotossici;
  10. Kolestiramin e antiacidi riducono l'assorbimento di ibuprofene.

Recensioni

Abbiamo raccolto alcune recensioni di persone sul farmaco Ibuprofen:

  1. Larissa. Precedentemente, dal dolore allo stomaco, Nurofen usava il consiglio di un amico e io ero completamente soddisfatto dell'efficacia del farmaco. Dopo che la farmacia in farmacia ha consigliato di assumere un Ibuprofen più conveniente ed altrettanto efficace. Da allora l'ho bevuto da mal di testa, dolori mestruali e mal di denti. Gli effetti collaterali dello strumento non mi danno.
  2. Igor. L'ibuprofene, il paracetamolo e altri farmaci antinfiammatori mi aiutano altrettanto bene. L'unica differenza tra il primo e l'altro è la velocità di reazione. Quindi, se bevi queste pillole, diventa meglio dopo un'ora. Il paracetamolo ha bisogno di più tempo per agire. Per il prezzo di entrambi i farmaci sono a basso costo e disponibili a chiunque.
  3. Victor. Droga molto forte. C'era una temperatura di 40, febbre, delirio, messo in piedi per 3 dosi, ma divenne immediatamente chiaro che non dovevi mangiare dolci e trattare con la dose minima possibile. Ho anche notato la sua influenza sulla percezione, ha un leggero effetto inebriante, è molto rilassante e lascia solo ricordi piacevoli dalla ricezione (qualcosa di simile ad un effetto narcotico, è difficile guidare la macchina dopo che è stata presa). Personalmente, ho colpito notevolmente i reni, e quindi, personalmente per me stesso, ho concluso che dovrebbe essere lavato abbondantemente con acqua. Molto soddisfatto del prezzo e della possibilità di sostituire farmaci costosi come theraflu o pentaflucina. Ho fatto una scelta per me stesso, nel caso di un trattamento di irrigazione o di influenza subirò l'ibuprofene, ne vale la pena.

Trovare recensioni negative su Ibuprofen in pillole, candele o sciroppo, forse, è impossibile. Il farmaco è considerato un mezzo efficace e abbastanza sicuro.

I suoi vantaggi sono:

  • prezzo basso;
  • effetto rapido;
  • possibilità di utilizzo per il trattamento di donne incinte e bambini di qualsiasi età;
    un gran numero di forme di dosaggio (questo consente di selezionare correttamente la dose minima efficace).

Poiché gli svantaggi nelle revisioni di solito menzionano la presenza di controindicazioni e il rischio di sviluppo di effetti collaterali caratteristici dei FANS.

analoghi

Gli analoghi sul principio attivo sono i seguenti farmaci:

Prima di usare analoghi consultare il proprio medico.

Condizioni di conservazione e durata

Si consiglia di tenere il farmaco in luoghi con bassa umidità a una temperatura non superiore a + 25 ° C.

La durata di conservazione dei tablet è di 3 anni. Tenere fuori dalla portata dei bambini!