Periodo di incubazione della SARS

Se ieri eri tossito per strada o dovevi comunicare a lungo con un collega malato, e oggi ti senti ancora allegro e sano, non aver fretta di rallegrarti. Forse il periodo di incubazione di ARVI non ha avuto il tempo di finire e la malattia ti sta solo aspettando.

Cos'è?

Il periodo di incubazione è il tempo impiegato dal virus per entrare nel corpo e dalla sua infezione fino a quando non vengono rilevati i primi sintomi della malattia.

In questo momento, l'agente patogeno si riproduce attivamente nel corpo umano e non si manifesta esternamente.

Maggiore è il livello di immunità, più a lungo la persona infetta è in grado di sopportare disturbi e più a lungo sarà il periodo di incubazione. Ma alcuni valori medi della durata del periodo nascosto possono essere chiamati.

Conoscere la durata del periodo di incubazione aiuterà nella prevenzione della SARS. Ciò è particolarmente importante durante un'epidemia, quando le fonti di infezione sono circondate da tutti i lati.

Periodo di incubazione degli adulti

Il termine infezione virale respiratoria acuta nasconde più di cento virus.

È possibile determinare esattamente quale di questi ha colpito il paziente, solo mediante analisi e sintomi specifici.

Nonostante il nome collettivo comune, i virus sono molto diversi l'uno dall'altro.

A questo proposito, è difficile dire esattamente per quanto tempo dura la sua incubazione. In media, ARVI entra nella fase della malattia in 5-7 giorni.

Se si esaminano separatamente i principali tipi di virus, è possibile distinguere tali periodi di incubazione:

  • infezione da rinovirus - fino a cinque giorni;
  • infezione da adenovirus - 3-7 giorni;
  • influenza - fino a tre giorni;
  • parainfluenza - da 2 a 6 giorni.

Periodo di incubazione nei bambini

Il periodo di incubazione nei bambini dura meno che negli adulti. A causa del sistema immunitario immaturo del bambino, il virus dell'influenza può richiedere solo 3 ore prima di entrare nel corpo prima che compaiano i primi sintomi.

In media, il periodo di incubazione della SARS nei bambini dura da alcune ore a 7 giorni.

Nei bambini al di sotto di un anno, queste malattie appaiono estremamente raramente. I neonati sono protetti dall'immunità materna, che ricevono con il latte, e sono raramente visti con estranei che potrebbero essere la fonte della malattia.

Come dice il dott. Komarovsky: il corpo dei bambini è soggetto a infezioni respiratorie acute e infezioni virali respiratorie acute nel periodo da uno a sei anni, quando la protezione materna scompare gradualmente e il proprio sistema immunitario non finisce ancora di formarsi.

Come negli adulti, la malattia può essere rilevata solo nei bambini con l'aiuto di test.

Ma i genitori possono notare le prime manifestazioni di ARVI guardando attentamente il bambino.

Se il bambino è diventato irrequieto, ha perso l'appetito ed è debole, dovresti consultare un medico.

L'uomo è contagioso in questo momento?

Una persona molto spesso diventa contagiosa tre giorni prima che compaiano i primi sintomi. Per tutti i virus, questo periodo di tempo è diverso.

Pertanto, se si sospetta un'infezione virale respiratoria acuta, si consiglia di indossare immediatamente una benda medicale che protegga gli altri dai germi.

Si considera che il paziente sia contagioso solo durante l'incubazione. Ma nella maggior parte dei casi, il rischio di infezione rimane fino al recupero e alla completa scomparsa delle cellule del virus dal corpo.

Il contagio di una persona dipende anche dal tipo della sua malattia.

L'adenovirus può entrare in una forma latente e depositarsi nelle tonsille, lasciando il portatore della persona guarita dell'infezione.

Se una persona si sta riprendendo, dovresti evitare il contatto prolungato con lui e trovarsi nella stessa stanza.

La stanza deve essere sempre ventilata più volte al giorno e regolarmente effettuare la pulizia con acqua.

Infezione da Rhinovirus

In quasi il 50% dei casi di diagnosi di ARVI, questa abbreviazione nasconde esattamente l'infezione da rinovirus.

In media, il periodo di incubazione dell'infezione è di 1-5 giorni.

L'obiettivo principale dei rinovirus è la mucosa nasale, in cui iniziano i processi infiammatori.

Una delle manifestazioni è abbondante secrezione nasale ed edema della mucosa.

Caratterizzato anche da tosse, rossore del bianco degli occhi e lacrimazione.

Un aumento della temperatura non è una manifestazione caratteristica di questo virus. Sullo sfondo di queste manifestazioni, la temperatura può rimanere normale o salire ai numeri subfebrilari.

La malattia di solito dura da 7 a 10 giorni. Ma la congestione nasale può durare per due settimane.

Infezione da adenovirus

Gli adenovirus non sono comuni tra gli adulti e più spesso colpiscono i bambini. L'infezione da adenovirus rappresenta tra il 2,5% e il 5% di tutte le malattie della SARS.

In media, il periodo di incubazione dura da 3 a 7 giorni. Il virus colpisce il tratto respiratorio superiore, le mucose degli occhi e il tratto gastrointestinale.

La malattia inizia più spesso dalla fase acuta. Anche se ci sono casi in cui si sviluppa gradualmente e la malattia si manifesta solo dopo 9-14 giorni.

I primi sintomi alla fine del periodo di incubazione sono un forte aumento della temperatura, tosse, naso che cola, gonfiore e arrossamento delle mucose.

Inoltre, l'infezione scende al di sotto e penetra nel tratto digestivo, in particolare nell'intestino e nella vescica.

Uno dei segni distintivi dell'adenovirus è un aumento dei linfonodi sottomandibolari e ascellari. Spesso il virus porta a rinite, faringite e tonsillite.

La malattia di solito dura due settimane.

Con un trattamento inadeguato, sono possibili numerose complicazioni gravi: polmonite, encefalite, antritis, congiuntivite, cistite, ecc.

La fonte dell'infezione è portatrice dell'infezione o dei microbi sulle superfici domestiche.

Gli adenovirus sono resistenti alle influenze ambientali e possono sopravvivere a temperatura ambiente in acqua o su qualsiasi superficie della casa per un massimo di due settimane.

Pertanto, si raccomanda una pulizia frequente per prevenire ulteriori infezioni.

Una persona per lungo tempo può rimanere portatore di adenovirus, anche dopo aver eliminato i principali sintomi della malattia. L'infezione nella forma latente è conservata a lungo nelle tonsille. È necessario trattare la malattia con cura e in modo completo per prevenire ulteriori infezioni.

influenza

Rispetto ad altri virus, l'insorgenza dell'influenza è accompagnata da un'intossicazione particolarmente grave. Per questa malattia è caratterizzata dalla rapida comparsa dei primi sintomi.

Il periodo di incubazione in questo caso sarà da un paio d'ore a tre giorni.

I principali sintomi della malattia sono febbre, brividi, debolezza. Grave mal di testa, dolori articolari e pressione nella zona dei bulbi oculari spesso precedono le principali manifestazioni della malattia, comparendo prima che la temperatura aumenti.

Inoltre, l'influenza è caratterizzata da congestione nasale e abbondante naso che cola. Ma spesso questi fenomeni catarrale compaiono solo pochi giorni dopo l'inizio della malattia.

Le fonti di infezione possono essere sia una persona malata che oggetti domestici con cui è stato in contatto.

L'astuzia dell'influenza è che il virus è estremamente vitale: l'attività sulla superficie delle cose può essere una settimana, e nella polvere - fino a un mese.

La fase severa della malattia passa in 3-4 giorni. Con la giusta immunità, i sintomi scompaiono entro 7 giorni.

Ma una persona infetta dall'influenza può essere contagiosa un giorno prima che compaiano i primi sintomi e rimanga pericolosa per gli altri in media per altri cinque giorni dall'inizio della malattia.

L'influenza è molto pericolosa per le sue conseguenze. Altre infezioni batteriche sotto forma di meningite, sinusite, polmonite secondaria possono unirsi a questo. L'infezione influenzale può portare a una diminuzione della funzionalità del cuore, dei reni e della sordità.

parainfluenza

Il tempo di incubazione della parainfluenza è in media da 2 a 6 giorni.

L'infezione da virus si verifica durante il contatto prolungato con una persona malata, ma anche in questo caso non è possibile al 100%.

Il paravirus non resiste agli effetti dell'ambiente, pertanto la disinfezione tempestiva e il trattamento termico possono salvare dall'infezione.

L'inizio dello sviluppo della parainfluenza è di intensità moderata.

Poiché la fonte dell'infezione è il tratto respiratorio, i primi sintomi sono di solito gonfiore e mal di gola.

La temperatura sale a 38,5 gradi. Più tardi, la secrezione nasale si unisce a essa: leggera all'inizio e gradualmente ingrigita con il progredire della malattia.

La principale differenza tra parainfluenza e influenza normale è una tosse secca e debilitante. I casi di comparsa nei bambini di complicanze sotto forma di falsi grumi - attacchi di asma non sono rari.

Come aiutare il corpo?

Se sei già malato, cerca di non portare la malattia ai tuoi piedi.

Soprattutto se hai l'influenza, può portare a spiacevoli complicazioni.

Segui il riposo a letto, segui le istruzioni del medico e bevi più liquido caldo.

Se non siete ancora malati, ma siete stati in contatto con pazienti e sospettate di essere già infetti, è bene prendere le seguenti misure preventive:

  • bere un ciclo di farmaci immunopositivi e vitamine (dopo aver discusso con il proprio medico);
  • Arieggiare regolarmente la stanza e fare pulizia con acqua;
  • indossare una benda di garza;
  • monitorare più attentamente l'igiene personale, lavarsi spesso le mani;
  • normalizzare la dieta e i modelli di sonno;
  • vestire secondo il tempo;
  • meno per essere nei posti affollati.

Queste semplici azioni ti aiuteranno a non infettarti durante un'epidemia.

Con un alto livello di immunità, possono persino aiutarti a fermare la malattia nella fase di incubazione.

Pertanto, per una maggiore efficienza e fiducia nella forza del proprio corpo, vale la pena impegnarsi a rafforzare il proprio sistema immunitario.

In effetti, è molto più facile e più piacevole non ammalarsi che cercare modi di trattamento.

Periodo di incubazione

Periodo di incubazione della SARS

Il virus dell'influenza, penetrando nel corpo umano, non si fa immediatamente sentire. Pertanto, per il rilevamento tempestivo dei primi sintomi e l'inizio del trattamento, è opportuno comprendere quanto è il periodo di incubazione della SARS, come determinare questa condizione e quali misure possono essere prese all'inizio dell'infezione. Inoltre, contribuirà a prevenire l'infezione delle persone intorno.

Qual è il periodo di incubazione per l'influenza e ARVI negli adulti?

Va notato che ci sono molte varietà di infezioni virali respiratorie acute, il cui tipo determina l'eziologia e i tempi dello sviluppo dei sintomi clinici. I più comuni tra loro sono:

  • l'influenza;
  • reovirus;
  • virus respiratorio sinciziale;
  • coronavirus;
  • adenovirus;
  • parainfluenza;
  • rhinovirus;
  • virus di coxsackie;
  • Virus ECHO.

Di norma, tutti i sottotipi elencati della malattia in esame sono simili nelle caratteristiche che caratterizzano l'intossicazione acuta del corpo:

  • tosse;
  • naso che cola;
  • gonfiore delle mucose;
  • iperemia della pelle e delle mucose;
  • aumento della temperatura

Ma spesso c'è una miscela di varie manifestazioni cliniche, che provoca ulteriormente l'insorgenza di complicanze infettive secondarie sotto forma di angina catarrale, polmonite e bronchite. Inoltre, lo sviluppo di queste malattie può verificarsi direttamente nel periodo di incubazione della SARS. In tali casi, si ritiene che immediatamente dopo l'infezione con il virus, nel corpo sia iniziata una riproduzione intensiva di batteri patogeni aerobici e anaerobici.

Quanti giorni è un paziente infetto da ARVI?

Dal momento in cui il virus entra nel corpo, la persona è la sua portatrice e, di conseguenza, può infettare altri, anche se i sintomi evidenti non sono ancora comparsi. Di solito, l'influenza e altri tipi di malattia descritti iniziano rapidamente e in modo acuto, entro 1-3 giorni, ma con forti funzioni protettive del sistema immunitario, l'incubazione può durare circa una settimana.

Vale la pena notare che un paziente affetto da SARS è contagioso per tutto il periodo della patologia fino alla morte di tutte le cellule del virus nel suo corpo. Ciò significa che anche con miglioramenti sostenuti, una diminuzione della temperatura corporea a valori normali e l'eliminazione dei sintomi esterni dell'influenza, la persona è ancora portatrice della malattia e può essere pericolosa per gli altri, perché l'ARVI viene trasmessa facilmente da goccioline trasportate dall'aria.

Quanto dura il periodo di incubazione per ARD e ARVI?

Prima di tutto, è necessario comprendere chiaramente la differenza tra queste due malattie.

In caso di malattia respiratoria acuta, si verifica una lesione locale, il più delle volte il tratto respiratorio, senza un significativo aumento della temperatura (raramente supera i 38 gradi). La malattia progredisce lentamente e non si diffonde ad altri organi, i sintomi di intossicazione sono deboli o non espressi affatto.

L'influenza e l'ARVI sono caratterizzati da un inizio acuto e intenso, con la rapida comparsa di segni di malattia. Inoltre, queste patologie causano diversi gruppi di manifestazioni cliniche:

  • dal tratto gastrointestinale (vomito, nausea);
  • vie aeree superiori (tosse, mal di gola, congestione nasale);
  • sistema nervoso (emicrania, insonnia).

La principale differenza tra le malattie respiratorie considerate è che la causa delle infezioni virali respiratorie acute è necessariamente un'infezione virale e il paziente è contagioso per un lungo periodo di tempo, mentre l'ARD non ha queste qualità.

Il periodo di incubazione dell'influenza, come già detto, è breve, e per le infezioni respiratorie acute può arrivare fino a 14 giorni. Allo stesso tempo, la condizione della vittima è relativamente normale, e l'aumento della temperatura a volte è completamente assente o raggiunge valori subfebrillari.

SARS: periodo di incubazione. Infezioni virali respiratorie acute (ARVI)

Tra le malattie multiple, il raffreddore occupa probabilmente il primissimo posto. Dopotutto, questi problemi si preoccupano quasi ogni persona più volte all'anno. In questo articolo voglio raccontare la cosa principale della SARS.

Cos'è?

All'inizio, devi scoprire come questa abbreviazione, ORVI, rappresenta. Quindi, questa è un'infezione virale respiratoria acuta. In questa malattia, l'epitelio delle vie aeree è affetto da RNA e virus contenenti DNA. Va anche detto che l'incidenza di questa malattia aumenta nella stagione fredda. La malattia colpisce più spesso bambini di età compresa tra 3 e 14 anni. La SARS non ha differenze sessuali e territoriali (colpisce sia gli uomini che le donne, indipendentemente dal luogo di residenza).

ARVI è un gruppo di malattie virali. Quindi, sotto questa abbreviazione puoi indicare le seguenti malattie:

  1. Influenza.
  2. Parainfluenza.
  3. Adenovirus.
  4. Reovirus.
  5. Virus respiratori sinciziali.
  6. Parakoklyush.

Periodo di incubazione

Cosa hai bisogno di sapere quando si tratta di SARS? Il periodo di incubazione è quello che devi capire. All'inizio è necessario capire cosa significa questo termine. Pertanto, il periodo di incubazione è il momento in cui il microbo è già entrato nel corpo umano. Ma i primi sintomi della malattia non si sono ancora manifestati.

  1. L'inizio del periodo di incubazione: il momento in cui la persona era in contatto con il paziente.
  2. La fine del periodo di incubazione: quando una persona ha i primi sintomi della malattia.

Il termine è diverso per tutte le malattie. Cosa si può dire della SARS? Il periodo di incubazione di queste malattie è in media da diverse ore a 14 giorni. Anche la durata del decorso della malattia sarà diversa.

adenovirus

Se una persona ha un'infezione da adenovirus (sottotipo ARVI), il periodo di incubazione per questa particolare malattia è da 2 a 12 giorni. Inoltre, lo sviluppo della malattia è piuttosto veloce. I primi sintomi: febbre, tosse, naso che cola. Questa malattia è di lunga durata, spesso a forma di onda (il virus ha la capacità di formare nuovi focolai). Una persona per un periodo piuttosto lungo può rimanere un portatore di adenovirus (è conservato in forma latente per lungo tempo nelle tonsille).

Infezione respiratoria sinciziale

Se parliamo di questo particolare tipo di ARVI, il periodo di incubazione in questo caso è da due a sette giorni. I sintomi principali: naso che cola, dolore durante la deglutizione. L'aumento della temperatura è registrato molto raramente, anche l'intossicazione non si verifica. Nei bambini piccoli, la malattia è più grave, l'ARVI penetra più in profondità (bronchiolite). La malattia dura in media 10-12 giorni. Tuttavia, è possibile e un corso più lungo, frequenti ricadute.

Infezione da Rhinovirus

Quando una persona ha un'infezione da rinovirus (ARVI), quanti giorni in questo caso dura il periodo di incubazione? Quindi, è di circa 2-3 giorni. I sintomi principali: naso che cola, occhi lacrimosi. L'aumento della temperatura e l'intossicazione sono sintomi insoliti. Potrebbe anche esserci una tosse secca.

Il periodo di incubazione della SARS nei bambini è lo stesso degli adulti. Solo il tempo e la natura del decorso della malattia possono differire. Anche il trattamento sarà eccellente, perché i farmaci che gli adulti assumono sono spesso controindicati nei bambini.

Caratteristiche di ARVI

Ora considera un altro argomento urgente. Assicurati di considerare i segni principali di ARVI, in modo da non perdere il momento del suo inizio. Come si manifesta la malattia?

  1. La malattia arriva lentamente. I primi sintomi non sono pronunciati. Il più delle volte è un raffreddore.
  2. Il decorso della malattia ha un tempo diverso. Quindi, puoi affrontare il problema per 5-7 giorni. Tuttavia, spesso ci sono complicazioni e ricadute.
  3. Dopo ARVI per tre settimane, una persona rischia facilmente di contrarre un'altra malattia.
  4. La mortalità è molto bassa, in tutto il mondo solo lo 0,2% dei pazienti muore per ARVI (e solo per quelli che non hanno ricevuto un trattamento tempestivo adeguato).

I sintomi principali

Avendo preso in considerazione i sintomi delle infezioni virali respiratorie acute, vorrei anche parlare dei sintomi principali che sono caratteristici di questo gruppo di malattie. Quindi può essere osservato in un paziente, se stiamo parlando di intossicazione:

  1. Brividi, febbre La temperatura può anche salire a 40 ° C.
  2. Dolori: testa e muscoli.
  3. All'inizio della malattia e durante il suo corso una persona si sentirà stanca, letargica. Le prestazioni sono notevolmente ridotte.
  4. Spesso, il paziente può aumentare i linfonodi nel collo e nella mandibola.
  5. Eruzione cutanea sulla pelle o sulle mucose (caratteristica di alcune malattie).

Se stiamo parlando di sindrome respiratoria (una caratteristica di ARVI), i sintomi in questo caso possono essere diversi, a seconda del tipo di virus e del corpo del paziente. Tuttavia, puoi evidenziare i segni tipici:

  1. Congestione nasale, naso che cola (secrezione biancastra).
  2. Secchezza della gola, solletico, dolore (anche durante la deglutizione).
  3. Lacrimazione, fotofobia, dolore agli occhi.
  4. Tosse. Può essere bagnato, secco, abbaiante.

complicazioni

Se il paziente ha una complicazione di ARVI, i sintomi in questo caso saranno allarmanti:

  1. La febbre, la temperatura corporea può superare il puntatore a 40 ° C. L'antipiretico spesso non ha l'effetto desiderato sul corpo.
  2. Una persona può perdere conoscenza, può diventare confusa.
  3. Il paziente ha forti mal di testa. Spesso la testa è quasi impossibile da premere sul petto.
  4. Ci può essere un'eruzione sulla pelle sotto forma di emorragie o asterischi.
  5. Ci possono essere dolore al petto, mancanza di aria, mancanza di respiro.
  6. Tosse con espettorato di colore insolito: marrone, verde, rosso.
  7. Gonfiore.
  8. Il decorso della malattia è lungo, l'infezione può imperversare per più di due settimane.

Avvertenza: sintomi simili sono allarmanti. In questo caso, si dovrebbe cercare immediatamente l'aiuto del medico.

effetti

Quali potrebbero essere le conseguenze dopo la SARS? Molto spesso, queste malattie scompaiono per il corpo. Le eccezioni sono le complicazioni che possono interessare un particolare organo. Particolarmente pericolose sono le conseguenze di ARVI per i bambini, le donne incinte e le persone con un sistema immunitario indebolito.

prevenzione

Prevenzione della SARS - questo è ciò che dovrebbe essere menzionato. Dopotutto, prevenire la malattia è molto più facile che affrontarlo in futuro.

  1. Il primo momento di prevenzione è la vaccinazione antinfluenzale.
  2. È possibile mantenere il corpo durante l'ampia diffusione della malattia con l'aiuto di farmaci immunostimolanti o antivirali. Possono essere farmaci come Aflubin, Anaferon, Arbidol.
  3. È molto importante saturare quotidianamente il corpo con la quantità necessaria di vitamine e oligoelementi.
  4. Devi anche pensare correttamente alla dieta, il cibo deve essere proteico, equilibrato.
  5. La prevenzione della SARS è anche un rifiuto di tutte le cattive abitudini, uno stile di vita sano.
  6. Un buon sonno continuo è molto importante (durata: almeno 7 ore al giorno).
  7. Durante la stagione fredda è necessario indossare una maschera protettiva. Dovresti anche cercare di evitare il contatto con persone malate.

Quanti giorni è una persona infetta da ARVI: quanto dura il virus dell'influenza?

Il virus dell'influenza è contagioso e rappresenta un grande pericolo per gli esseri umani - si sa quando un focolaio improvviso ha coperto interi paesi, portando via la vita a molte persone.

Inoltre, le complicazioni derivanti da infezioni virali respiratorie acute sono anche pericolose.

Un organismo che una volta ha avuto un ARD non è protetto da una nuova infezione - una costante mutazione del virus si verifica, vive, formando nuove forme complesse con un grado ancora maggiore di contagio.

Specialisti, usando ceppi influenzali, stanno sviluppando nuovi vaccini per prevenire la diffusione di un altro focolaio di SARS. Ma il vaccino antinfluenzale viene ignorato dalla maggioranza della popolazione, quindi il rischio di infezione è elevato.

Prevenire la diffusione dell'infezione può solo mettere in quarantena le misure - limitare la comunicazione di persone sane con portatori di infezione. Pertanto, è molto importante sapere esattamente quanti giorni una persona con l'influenza può essere contagiosa.

Una risposta inequivocabile a questa domanda da parte dei medici non è stata ancora trovata. I medici francesi, ad esempio, basandosi sulle loro ricerche, sostengono che quando un ARVI è infetto, la cerchia di contatto con il paziente deve essere strettamente limitata per almeno quattro giorni.

Dipendenti del Centro di ricerca universitario. Pierre e Marie Curie (Parigi) hanno condotto una ricerca sull'intensità della malattia nei volontari infettati dal virus dell'influenza. Gli esperti hanno cercato di trovare la risposta alla domanda su quanti giorni il virus vive nel corpo e quanto a lungo rimane contagioso.

Per questo, sono stati selezionati diversi gruppi di persone, seguiti da un gruppo di esperti medici per dieci giorni. Il calcolo della probabilità di malattia tra i partecipanti infetti nell'esperimento è stato effettuato sulla base di un algoritmo matematico.

Sulla base dei risultati dello studio, gli scienziati hanno scoperto che isolare i partecipanti con sintomi primari di influenza ha permesso di ridurre il numero di persone infette alla metà.

Secondo i risultati dell'esperimento, gli scienziati hanno concluso che durante il periodo dal momento dell'infezione e la transizione della patologia alla fase attiva (4 giorni), la probabilità che il virus si diffonda all'ambiente più vicino si riduce significativamente.

Caratteristiche del periodo di incubazione

  • Bassa probabilità di rilevare l'infezione il primo giorno;
  • L'assenza nel periodo di incubazione delle caratteristiche del virus dell'influenza;
  • Durata individuale del periodo di incubazione, a seconda dello stato del sistema immunitario del paziente;
  • Sviluppo improvviso della malattia dopo il completamento del periodo di incubazione.

Il primo giorno di un raffreddore per rilevare i segni di infezione è molto difficile a causa della mancanza di sintomi chiari. Una persona attaccata da un virus non sospetta che sia diventato un portatore di infezione fino alla comparsa dei primi segni di ARVI.

Poiché durante il periodo di incubazione il virus rimane attivo per circa 7 giorni, è quasi impossibile determinare il momento dell'infezione. Il periodo di incubazione dell'influenza avviene in modo nascosto, ed è possibile determinare quanto a lungo dura solo in modo condizionale, in base alle sue manifestazioni tipiche.

La durata del periodo di incubazione può variare a seconda dello stato del sistema immunitario umano, nonché dalla presenza di altri virus. Con un attacco potenziato di un gran numero di virus sul sistema immunitario, si verifica un malfunzionamento nel corpo e uno sviluppo intensivo della patologia.

Il virus ha la capacità di moltiplicarsi a velocità tremenda - solo un paio di giorni dopo l'infezione, il paziente diventa un pericoloso vettore virale per l'ambiente vicino. La probabilità di pericolo di infezione da un tale paziente scompare solo dopo una settimana.

Dopo il periodo di incubazione, la malattia procede alla fase aperta. Il paziente sente questo a causa di un'improvvisa pesantezza in tutto il corpo, dolore muscolare e dolori articolari.

È necessario identificare il virus dell'influenza nel tempo. Per questo è necessario conoscere i principali segni di SARS. La terapia corretta già nel periodo di incubazione ha un effetto positivo.

I principali rischi e caratteristiche dell'infezione

L'astuzia del virus dell'influenza è la difficoltà di identificarlo nel primo stadio della malattia. La persona non nota a che ora è stato infettato. Inoltre, la presenza del virus nel corpo può essere valutata se il paziente ha le seguenti caratteristiche:

  1. La temperatura elevata;
  2. Naso che cola, tosse;
  3. Mal di gola
  4. Mal di orecchie con un raffreddore.

L'infezione si verifica più spesso in luoghi pubblici con grandi folle di persone - questi sono negozi, trasporti pubblici, uffici. Esiste anche un'alta probabilità di infezione attraverso oggetti domestici comuni, nelle bozze.

Nelle persone con un'immunità indebolita, la durata del periodo di incubazione è aumentata. Il rischio di essere infetti da un virus è costituito da persone che vivono con un paziente infetto.

La durata della malattia in ciascuno può anche variare - le persone con buona salute tollerano più facilmente la malattia, che di solito dura da 4 a 14 giorni.

Se il periodo di sensazione di uno stato doloroso da parte di una persona è più lungo del tempo specificato, è necessario consultare un medico per escludere la possibilità di infezione secondaria o lo sviluppo di complicanze.

Prevenzione dell'infezione da virus influenzale

Il virus dell'influenza si differenzia da altre patologie virali per la sua "segretezza" - anche prima dell'inizio dei primi segni della malattia, il paziente diventa già un venditore ambulante dell'infezione. Fino a quando non viene diagnosticata un'infezione virale, un paziente di mezza età è pericoloso per coloro che si trovano attorno al vettore del virus per circa 5-10 giorni.

Durante questo periodo, è in grado di infettare un gran numero di persone intorno a lui.

Spesso, quando una persona ha il raffreddore, continua a recarsi al lavoro, soprattutto se lavora sulla base di un contratto di lavoro. Ciò è dovuto ai termini del contratto e all'attuale situazione economica, quando la cura del budget familiare supera la cura della propria salute.

Il freddo apparente può essere un segnale di un virus. Un dipendente diventa un venditore ambulante dell'infezione e può infettare un numero significativo di persone. Pertanto, quando ci sono diversi casi di SARS nelle istituzioni per bambini, nelle istituzioni educative e sul posto di lavoro, viene nominata la quarantena.

  • Il riposo a letto deve essere osservato prima che il paziente normalizzi la temperatura e l'appetito.
  • Se l'inosservanza degli standard della quarantena domestica continua a funzionare con i malati, l'attività del virus aumenta e il periodo di probabile infezione degli altri è prolungato.
  • La mancata osservanza delle misure preventive comporta l'infezione di un gran numero di persone.

Il paziente deve sottoporsi a un ciclo di trattamento prescritto in conformità con il riposo a letto e una corretta alimentazione. Se questi requisiti non sono soddisfatti, il medico può prescrivere il ricovero in ospedale. Dr. Komarovsky racconterà il periodo dell'infezione del paziente con ARVI nel video in questo articolo.

Come trattare le infezioni respiratorie acute in un adulto

Le malattie respiratorie acute (ARD) sono molto diffuse, si verificano in ogni stagione, soprattutto durante la stagione fredda. L'ARI negli adulti può essere causato da una varietà di agenti patogeni, ma il più delle volte da virus, di cui esistono circa 170 specie. I virus più comuni sono la parainfluenza, l'influenza, i rinovirus, gli adenovirus, i respiratori sinciziali. Tutti sono trasmessi da goccioline trasportate dall'aria e ciascuno degli agenti patogeni colpisce l'una o l'altra parte del tratto respiratorio, ad esempio il virus dell'influenza - la trachea, l'adenovirus - la faringe.

Ma i virus non sempre causano infezioni respiratorie acute, secondo le statistiche, circa nel 30-50% dei pazienti, batteri (stafilococchi, streptococchi, legionelle, meningococchi), micoplasma o clamidia provocano lo sviluppo di questa malattia. In questo caso, al paziente vengono prescritti antibiotici, che vengono selezionati singolarmente a seconda dell'agente patogeno.

Patogenesi: cosa succede nel corpo degli ammalati?

L'infezione si verifica solo attraverso le goccioline trasportate dall'aria da una persona che ha una malattia respiratoria acuta. Successivamente, il virus inizia a moltiplicarsi nel tratto respiratorio, determinando migliaia di virioni (particelle virali). Le virioni catturano nuove aree del tratto respiratorio, si moltiplicano attivamente su di esse, causando necrosi e desquamazione della mucosa dell'albero bronchiale. La vastità e la gravità delle lesioni dipendono dalla patogenicità del virus e dallo stato di immunità umana.

Le infezioni respiratorie acute e batteriche adenovirali hanno alcune peculiarità. Quindi, in questo tipo di malattia, il fatto dell'infezione è assente. Il fatto è che la maggior parte degli agenti causali della ARD batterica fanno parte della microflora condizionatamente patogena, che è costantemente presente nel tratto respiratorio di una persona sana. E gli adenovirus hanno la capacità di sopravvivere nel corpo umano per un tempo molto lungo. Questo è il motivo per cui i medici sono convinti che le ARD adenovirali e batteriche si sviluppano come conseguenza di un forte declino delle forze protettive del corpo umano.

Di solito negli adulti una tale malattia come la malattia respiratoria acuta dura poco tempo, procede benigna. Ma sullo sfondo di questa malattia, altre patologie croniche del tratto respiratorio, che possono portare a gravi complicanze batteriche secondarie, possono aggravarsi. Per combattere tali effetti pericolosi, il paziente dovrà assumere antibiotici.

Sintomi di infezioni respiratorie acute di eziologia virale

I sintomi della malattia compaiono dopo la fine del periodo di incubazione, che può durare da alcune ore a diversi giorni. Uno dei principali segni di ARI è la febbre, che di solito appare il primo giorno di malattia e inizia con brividi. La temperatura può salire a valori alti - 38-40 gradi. La durata della febbre può essere diversa, a seconda del tipo di infezione respiratoria acuta osservata in un paziente, ad esempio, in caso di infezione da rinovirus, in contrasto con l'influenza, l'aumento della temperatura sarà insignificante e di breve durata.

Insieme alla febbre, ci sono anche sintomi di intossicazione generale, come dolori muscolari e articolari, mal di testa (in fronte, tempie, sopracciglia), debolezza, dolori muscolari. A volte il dolore è localizzato nei bulbi oculari, può aumentare con il movimento degli occhi o premendo su di essi. Alcuni pazienti hanno lacrimazione, fotofobia. Negli anziani, i sintomi della malattia possono includere vertigini, tendenza allo svenimento. Se la malattia respiratoria acuta è grave, quindi delirio, si può osservare l'insonnia.

L'infezione da Rhinovirus è caratterizzata da sintomi come congestione nasale, starnuti e secrezione dai passaggi nasali, che sono inizialmente mucosi e acquosi, e qualche tempo dopo sono mucosi e grigiastri ea volte simili a pus. Una tale infezione respiratoria acuta negli adulti può essere accompagnata da mal di gola, raucedine e sensazione di pesantezza alla testa. L'infezione respiratoria sinciziale negli adulti è abbastanza rara. È caratterizzato da danni ai polmoni e ai bronchi sotto forma di bronchite e polmonite. Allo stesso tempo, il paziente ha sintomi come mancanza di respiro, tosse con espettorato e febbre alta.

L'influenza inizia sempre in modo acuto. Oltre alla febbre e all'intossicazione generale, il paziente è disturbato da sintomi come solletico, dolore e crudezza al petto, tosse secca. La pelle del viso e del collo è iperemica. La pressione sanguigna diminuisce, l'impulso è contratto. Occasionalmente possono verificarsi epistassi. Se tali sintomi compaiono, si dovrebbe assolutamente consultare un medico, perché l'influenza può portare a gravi complicazioni, come edema polmonare, gonfiore del cervello e shock tossico contagioso. Inoltre, la malattia è spesso complicata da polmonite, otite media e sinusite, che sono spesso usati per combattere gli antibiotici.

L'infezione da adenovirus è accompagnata da danni non solo all'apparato respiratorio, ma anche ai linfonodi e agli occhi. Con questo tipo di ARD, la fioritura bianca appare sotto forma di film o filamenti sulle tonsille. Si manifestano sintomi quali gonfiore pronunciato delle palpebre, congiuntivite, disturbi intestinali, linfonodi ingrossati e un'eruzione cutanea di grandi dimensioni. Questo raffreddore può portare allo sviluppo di polmonite.

I sintomi della parainfluenza sono molto simili ai sintomi dell'influenza, ma la malattia è più prolungata e tutti i sintomi sono molto più pronunciati. Il paziente ha una tosse secca e talvolta grossolana ("abbaiare"), dolore durante la deglutizione e difficoltà a respirare a causa dell'edema nell'area delle corde vocali e del loro spasmo riflesso. Il trattamento della malattia dovrebbe iniziare immediatamente, perché il quarto giorno il paziente può sviluppare polmonite o bronchite.

L'infezione da enterovirus o influenza estiva si manifesta con febbre, ingrossamento della milza e del fegato, linfoadenopatia, nausea e dolore addominale. Se il virus si è diffuso in tutto il corpo attraverso il flusso sanguigno, appare un'eruzione sulle braccia e sulle gambe, gli arti si gonfiano e le piaghe si verificano in bocca. Se il trattamento non viene avviato in tempo, possono svilupparsi encefalite e meningite.

Segni di infezioni respiratorie acute di eziologia non virale

Se la malattia è causata da clamidia, il paziente ha febbre, intossicazione, tracheobronchite, ingrossamento del fegato e milza. A 2-4 giorni si verifica una polmonite, quindi il trattamento deve iniziare il più presto possibile. Se il paziente ha una micoplasmosi respiratoria, oltre all'elevata temperatura e ai sintomi di intossicazione generale, sarà disturbato da tracheobronchite e rinofaringite. Per evitare spiacevoli conseguenze, il paziente dovrà assumere antibiotici prescritti da un medico.

Di regola, un'eziologia batterica si sviluppa in persone con malattie respiratorie croniche. Di solito la malattia si verifica gradualmente, l'intossicazione e la febbre non sono molto pronunciate. Ma è possibile e grave con intossicazione pronunciata e febbre, che può portare a gravi complicazioni, come ad esempio la polmonite.

diagnostica

Prima di iniziare il trattamento, è necessario diagnosticare per chiarire la diagnosi. Un paziente sta effettuando un esame del sangue clinico e, se necessario, utilizzando metodi di diagnosi rapida. A volte aiuta a identificare la PCR dei patogeni.

Uso e metodo sierologico, che è relativamente semplice e conveniente. Durante lo studio, gli specialisti di laboratorio hanno testato sieri accoppiati, che sono stati prelevati nei primi giorni della malattia e dopo 5-7 giorni. Gli anticorpi ai virus che sono gli agenti causali della malattia si trovano in diverse reazioni. Segno diagnostico è l'aumento di titoli quattro volte o più.

Trattamento della malattia

Se la condizione del paziente non è seria, allora il suo trattamento avviene a casa. Nel periodo della febbre, è necessario rispettare il riposo a letto, bere di più. Un malato deve essere isolato dagli altri mentre viene trattato, poiché è contagioso. Assicurati di chiamare un medico, perché solo lui può decidere cosa trattare il paziente.

Se la malattia è di eziologia virale, vengono utilizzati farmaci antivirali con attività antivirale (Kagocel, reaferon), nonché farmaci antipiretici e combinati (Vervex, paracetamolo, anti-influenza, rhinzasip). Come prescritto dal medico, viene utilizzato l'interferone. Il trattamento comprende anche l'uso di gocce di vasocostrittore dal comune raffreddore (nazivina, vibrocillo), unguento ossolinico e vitamine (ascorutina, acido ascorbico, complessi multivitaminici).

Qualche volta i dottori chiedono a un paziente come trattare una malattia, raccomandano medicine omeopatiche (aflubin, gonfidico). Se il broncospasmo si è sviluppato, utilizzare broncodilatatori (eufillina, teopek). Nei primi giorni della malattia, il trattamento può includere farmaci antitosse, entrambi narcotici (codeina) e non narcotici (glaulent). Bromhexine è usato per migliorare lo scarico dell'espettorato nei giorni successivi. Per l'infezione da adenovirus, viene iniettato ossolin o deossiribonucleasi negli occhi per liberarsi della congiuntivite.

Se la malattia ha un'eziologia batterica, clamidiale o micoplasmatica, devono essere assunti antibiotici. Nomini gli antibiotici appropriati possono solo dottore dopo che il patogeno è stato rilevato. Non è possibile assumere antibiotici da soli, poiché possono causare una serie di effetti collaterali, tra cui pericolosi come lo shock anafilattico. Se la malattia dell'eziologia virale è complicata dalla polmonite, vengono prescritti anche antibiotici (amoxiclav, cefazolina, ecc.).

Se il decorso della malattia è grave e se compaiono complicazioni, il paziente può essere ricoverato in ospedale nell'ospedale. La questione su come trattarla in questo caso è decisa solo dal medico, a seconda della gravità delle condizioni del paziente. In questo caso non si possono usare solo antibiotici, ma anche farmaci ormonali.

prevenzione

Per la prevenzione dell'uso di interferone (intranasale). Durante un'epidemia, puoi indossare una maschera protettiva che dovrebbe essere cambiata ogni due ore. Se lo desideri, puoi essere vaccinato contro l'influenza. È inoltre necessario condurre uno stile di vita sano e quando compaiono i primi sintomi allarmanti, contattare il medico con una domanda su come trattare la malattia.

Sintomi di ARI

La diagnosi di malattia respiratoria acuta (ARD) si riferisce a una vasta gamma di malattie della zona respiratoria che possono essere causate da:

  • patogeni microbici (alcuni tipi di pneumococco, stafilococco, bacilli blu-collo, legionella, ecc.);
  • agenti patogeni virali (adenovirus, enterovirus, virus dell'influenza, coronovirus, ecc.);
  • patogeni misti (microbica virale).

Recenti studi nel campo dell'insorgenza della malattia hanno stabilito che i parassiti intracellulari, come la clamidia e il micoplasma, a volte possono provocare una frequente malattia della ARD, oltre a causarla.

Segni e sintomi della malattia

I primi segni di ARD appaiono, più spesso, il terzo o il quarto giorno dopo l'infezione. A volte il periodo di incubazione della malattia è esteso a 10-12 giorni. Negli adulti, i sintomi della malattia respiratoria acuta appaiono in modo uniforme, con un aumento graduale:

  • naso che cola, congestione nasale e starnuti è il sintomo più frequente e prominente;
  • lacrimazione - presente nella maggior parte dei casi della malattia;
  • mal di gola e arrossamento, a volte è possibile una patina bianca;
  • brividi e febbre;
  • linfonodi ingrossati situati nel collo e sotto le mascelle.

Oltre a questi, i segni principali, le infezioni respiratorie acute negli adulti possono avere tali manifestazioni:

  1. L'aumento della temperatura, nonostante i brividi, è più spesso non osservato o è piccolo (37-37,5 gradi).
  2. Mal di testa, debolezza generale, letargia, muscoli e articolazioni doloranti - tutti questi segni caratteristici di intossicazione del corpo in caso di ARD sono lievi all'inizio della malattia.
  3. La tosse nella malattia respiratoria acuta si verifica, nella maggior parte dei casi, all'inizio è secca e secca. Man mano che la malattia progredisce, la tosse diventa più umida e può continuare per qualche tempo dopo la scomparsa di altri sintomi.
  4. Se infettati con adenovirus, possono esserci sintomi di malattia respiratoria acuta come dolore addominale e arrossamento degli occhi.

Di regola, la malattia respiratoria acuta dura per 6-8 giorni e passa senza conseguenze. Possibili complicazioni di infezioni respiratorie acute possono essere:

  • laringiti;
  • bronchiti;
  • mal di gola;
  • polmonite.
Sintomi influenzali

Un tipo di malattia respiratoria acuta è l'influenza. Le manifestazioni della malattia da questo virus sono molto diverse da altre infezioni respiratorie acute. L'influenza è caratterizzata da un improvviso inizio della malattia con tali sintomi:

  • alta temperatura (fino a 39-40 gradi), persistente per 3-4 giorni;
  • dolore e dolore negli occhi;
  • intossicazione del corpo (reazione oculare alla luce, sudorazione, debolezza, vertigini);
  • leggera congestione nasale, starnuti.

Da parte del rinofaringe, nei primi giorni della malattia, è possibile osservare iperemia del palato e parete posteriore faringea senza arrossamenti. La fioritura bianca, di regola, è assente e il suo aspetto può indicare l'adesione di un'altra infezione o una malattia del mal di gola, e non l'influenza.

La tosse può essere assente o si verifica in 2-3 giorni di malattia ed essere accompagnata da dolore nell'area del torace, che si spiega con il processo infiammatorio nella trachea.

Inoltre, una caratteristica distintiva di questo tipo di malattia respiratoria acuta è l'assenza di linfonodi ingrossati.

Dopo il recupero, per qualche tempo, circa 10-15 giorni, i sintomi della sindrome astenica possono persistere:

  • stanchezza;
  • la debolezza;
  • mal di testa.

Le complicazioni dopo aver sofferto l'influenza possono essere abbastanza gravi. Oltre alla esacerbazione delle malattie croniche, l'influenza può causare infezioni batteriche secondarie. Questo è:

  • infezioni dell'orecchio;
  • evstahiit;
  • sinusite;
  • polmonite batterica.

Per gli anziani, l'influenza può causare irregolarità nel sistema cardiovascolare.

Il periodo di incubazione dell'influenza ordinaria e suina

Il periodo di incubazione per l'influenza dipende dal tipo di virus (adenovirus, rhinovirus, reovirus). Per tutti i sottotipi della malattia in esame, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • tosse;
  • naso che cola;
  • gonfiore della mucosa;
  • alta temperatura corporea.

Indicazioni mediche

Un tipico periodo di incubazione per il virus dell'influenza dura 1-4 giorni. Dopo che compaiono i primi sintomi della malattia, un adulto può diffondere il virus per 5-10 giorni e un bambino fino a 10 giorni. Le persone con un'immunità debole possono essere portatrici del virus per 1-5 mesi.

L'influenza e i suoi sottotipi si sviluppano entro 1-3 giorni. Se il paziente ha una forte funzione protettiva di immunità, allora il periodo di incubazione dell'influenza dura 1 settimana. Un paziente con ARVI è contagioso con gli altri fino alla morte del virus. Ciò è dovuto al fatto che la malattia è trasmessa da goccioline trasportate dall'aria.

Con l'influenza e ARVI, compaiono sintomi come vomito, nausea, tosse, congestione nasale, insonnia. In caso di malattia respiratoria acuta c'è una lesione locale delle vie aeree. La principale differenza tra queste malattie respiratorie è che ARVI si sviluppa sullo sfondo del virus. È caratterizzato da un lungo periodo di incubazione, che non è tipico per le infezioni respiratorie acute.

I seguenti fattori hanno un effetto diretto sull'influenza:

  • immunità stato;
  • il numero di agenti patogeni nel corpo.

Tra le complicazioni della malattia, gli esperti distinguono la bronchite, la polmonite, la presenza di infezione nei reni e il sistema urinario. Come risultato del periodo di incubazione, l'influenza sviluppa una febbre forte e improvvisa. La salute del paziente sta peggiorando. Gli occhi diventano rossi e acquosi, iniziano a rompere le articolazioni e il corpo.

Metodi di trattamento

Con l'influenza, il paziente deve rispettare il riposo a letto e una dieta a base di latte e verdure. Al paziente vengono prescritti farmaci antipiretici e anti-infiammatori. I bambini possono ricevere il panadol. Se necessario, il paziente viene pulito con alcool, diluito con acqua. In caso di "febbre pallida", viene eseguita una terapia intensiva. Non puoi prendere l'aspirina con l'influenza. Altrimenti, la sindrome di Reye potrebbe svilupparsi.

Di mucolitici, i medici secernono carbocisteina e bromexina. I bambini possono ricevere la radice di Althea. Poiché l'influenza si sviluppa sullo sfondo di virus, non vengono prescritti antibiotici. La terapia antibiotica può danneggiare il paziente, poiché virus e batteri hanno una natura diversa. Questa tecnica viene utilizzata dai medici nei seguenti casi:

  • infiammazione dei polmoni;
  • bronchite batterica;
  • infiammazione delle vie aeree e della faringe.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle complicazioni batteriche che si verificano nei bambini sotto i 3 anni. Gli antibiotici possono essere assunti come prescritto dal medico per i segni clinici di immunodeficienza.

Forma della malattia di maiale

L'influenza suina, sviluppata sullo sfondo di un ceppo virale, è considerata una malattia pericolosa per adulti e bambini. Per la sua diagnosi viene utilizzato uno speciale sistema di test. L'influenza suina, a differenza dell'influenza aviaria, viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Il suo periodo di incubazione è di 2-4 giorni. In forma grave, questa cifra è di 7 giorni. I principali sintomi dei medici della malattia includono i seguenti:

  • mancanza di respiro;
  • respiro difficile;
  • bluastro;
  • flemma con sangue;
  • dolore al petto;
  • alta temperatura corporea per 3 giorni.

Al verificarsi dei sintomi sopra descritti si raccomanda di cercare urgentemente l'aiuto di un medico.

L'influenza suina, al contrario del solito, ha una nuova forma di virus.

Il quadro clinico di questa malattia causa al paziente sintomi tipici dell'influenza ordinaria. Nella diagnosi della forma di maiale, il paziente ha la febbre, tosse. Raramente la malattia procede senza sintomi. Se l'influenza è malata delle persone anziane, allora il virus può essere fatale.

La forma di maiale si verifica in un momento insolito per l'influenza. Le persone possono essere infettate dal virus durante l'estate. La tensione, a differenza della comune malattia, si diffonde 6 volte più velocemente. I medici ritengono che l'influenza suina sia particolarmente pericolosa per le donne nella situazione. Durante la malattia spagnola e asiatica, le donne in gravidanza nel 3 ° trimestre erano a più alto rischio. Le donne a cui è stata diagnosticata l'influenza comune hanno maggiori probabilità di essere ricoverate in ospedale rispetto ad altre donne in età riproduttiva.

Trattamento e prevenzione

Durante la gravidanza, il sistema immunitario è molto debole. Il corpo non rifiuta un corpo estraneo - il feto. In questo caso, il corpo femminile con un sistema immunitario indebolito è più suscettibile alle infezioni da influenza. Se la malattia viene diagnosticata alla fine della gravidanza, il diaframma può aumentare e il volume polmonare diminuirà. Tali fenomeni hanno un effetto negativo sul corpo femminile e sullo sviluppo del feto.

Il trattamento dell'influenza suina consiste nell'assumere farmaci mirati all'agente causale della malattia. Al paziente vengono prescritti i seguenti farmaci:

Questi farmaci hanno superato con successo studi clinici. Sono prescritti secondo l'età del paziente. L'ultimo prodotto di fabbricazione russa ha effetti antivirali, immunomodulatori e antiossidanti. L'Arbidol previene la complicazione batterica del virus, con un effetto positivo sui cambiamenti conformazionali nel ceppo emaggglutinico del virus. I suddetti farmaci sono raccomandati per essere preso dopo la consultazione con un medico.

La prevenzione delle malattie deve essere conforme alle seguenti raccomandazioni:

  • Non è possibile entrare in contatto con persone che hanno tali segni come temperatura corporea elevata, tosse, starnuti;
  • durante il periodo dell'epidemia non è raccomandato visitare luoghi pubblici. Altrimenti, utilizzare una benda protettiva;
  • lavaggio frequente delle mani;
  • Non è possibile viaggiare all'estero in un paese in cui sono stati rilevati focolai di un ceppo virale;
  • Pediatri e medici generici raccomandano l'assunzione di complessi multivitaminici.

I medici consigliano annualmente di fare la vaccinazione contro l'influenza. Ma questo metodo non garantisce il 100% di efficacia nella prevenzione del virus. Quando si ha a che fare con una persona infetta, si dovrebbe evitare il contatto ravvicinato con lui.

Il periodo di incubazione della SARS nei bambini e negli adulti: sintomi, come trattare

Qual è il periodo di incubazione e quanto dura?

Il periodo di incubazione è il tempo tra il modo in cui il virus è entrato nel corpo e ha cominciato a manifestarsi. Quanto dura il periodo di incubazione per ARVI dura è difficile rispondere con certezza, perché vari virus possono provocare lo sviluppo di questa malattia. Alcuni di loro hanno la particolarità di essere nel corpo umano per molto tempo, manifestandosi solo nel caso di una forte diminuzione dell'immunità. E alcuni hanno bisogno solo di poche ore per "catturare" completamente il corpo ed esprimersi.

La durata media del periodo di incubazione per le malattie virali respiratorie acute varia da 2 ore a 5 giorni. ARVI è contagioso durante questo periodo? Sì. Dopo tutto, la trasmissione del virus avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria.

Se una persona ha una buona immunità, allora non può ammalarsi, ma semplicemente essere un portatore del virus. Ma in caso di comparsa di fattori negativi che comportano una diminuzione dell'immunità, la presenza di un virus nel corpo si farà immediatamente sentire.

Come accennato in precedenza, ARVI può provocare vari virus. Dal loro tipo dipende la durata del periodo di incubazione e il numero di giorni in cui l'ARVI infetto è infetto.

La patogenesi della malattia nel periodo di incubazione

Le porte attraverso le quali l'infezione entra nel corpo umano sono il tratto respiratorio superiore.

I virus si attaccano alle cellule epiteliali, quindi penetrano nel citoplasma, che porta a cambiamenti distruttivi nella cellula e all'infiammazione della mucosa nasofaringea.

Una persona infetta da un virus inizia a sentire dolore al naso, mal di gola. Con i sintomi elencati di seguito, si può capire che la persona è già infetta ed è portatrice dell'infezione.

Il primo stadio di infezione si manifesta come:

  • Dolori al naso
  • Mal di gola
  • Naso che cola
  • Tosse secca
  • Gonfiore della mucosa del rinofaringe

Al secondo stadio dell'infezione, il virus entra nel flusso sanguigno e quindi, con l'assistenza del sistema circolatorio, si diffonde in tutto il corpo.

Oltre alle manifestazioni del primo stadio, iniziano i seguenti sintomi:

  • Letargia e debolezza
  • mal di testa
  • Lombalgia
  • Dolore agli arti
  • Aumento della temperatura

La durata del periodo di incubazione può essere diversa. Per esempio, con l'influenza, può durare parecchie ore e con parainfluenza qualche giorno

Differenze di ORZ da ARVI

Molti pazienti credono che le infezioni respiratorie acute e il raffreddore siano un raffreddore. Ma queste due malattie sono leggermente diverse. L'ARI include tutte le malattie infettive causate da funghi, batteri e virus. ARVI è uno dei tipi di raffreddore che solo i virus causano.

Un'altra caratteristica distintiva è la causa. ARD si verifica a causa di ipotermia e ARVI a causa della penetrazione del virus attraverso il contatto con il paziente.

Vale la pena notare che il periodo di incubazione della ARD può raggiungere fino a quattordici giorni, dal momento che include molte infezioni diverse. Se un paziente ha un'infezione virale respiratoria acuta, il periodo di incubazione non sarà più di cinque giorni.

Quante persone contagiate dalla SARS dipendono dal virus che è entrato nel corpo. Se il paziente è infetto da ARVI, i sintomi compaiono solo dopo alcuni giorni. In caso di infezioni respiratorie acute causate da batteri, c'è un arrossamento della gola significativo, mentre tutti gli altri sintomi sono piuttosto pronunciati.

Le fasi di ARVI

Quanto dura un episodio di ARVI negli adulti e nei bambini? Per rispondere a questa domanda, ti invitiamo a familiarizzare con l'immagine dello sviluppo dei raffreddori:

  1. Infezione con un virus - il momento dell'introduzione del patogeno in una cellula umana. Le porte d'ingresso per l'infezione sono il tratto respiratorio superiore. Di solito, il virus entra nella cellula epiteliale della mucosa nasale. Quasi sempre non uno, ma molti virus entrano nel corpo allo stesso tempo. La probabilità di infezione dipende dal numero di molecole immunitarie nell'espettorato delle vie respiratorie, dal grado di umidità della mucosa e dallo stato del sistema immunitario nel suo complesso.
  2. Il periodo di incubazione (PI) di ARVI è l'intervallo di tempo tra il momento dell'infezione e la comparsa dei primi sintomi del raffreddore. La sua durata dipende dalla resistenza del corpo. Se l'immunità è indebolita, i sintomi del raffreddore compaiono entro poche ore. Si ritiene che la durata massima del periodo di incubazione sia di 10 giorni. Di solito dura 2-3 giorni. Anche la durata di PI è influenzata dal numero di virus nel tratto respiratorio.
  3. La fase acuta inizia quando il numero di particelle virali raggiunge una quantità tale che il sistema immunitario non può più nascondere i loro effetti. In questo momento, il corpo include molti meccanismi di protezione - la produzione di grandi quantità di espettorato nel tratto respiratorio, aumento della temperatura corporea (di solito 37-38 gradi, ma con l'influenza può raggiungere 40 gradi), tosse. Il virus nel sangue provoca intossicazione (intossicazione), che si manifesta come mal di testa, dolori muscolari, brividi e ipertermia. La durata della fase acuta è di 2-3 giorni. È durante questo periodo che il paziente porta una minaccia epidemiologica, poiché nella fase acuta la saliva e l'espettorato contengono un gran numero di particelle virali.
  4. Alla fine della fase acuta, il paziente si sente molto meglio. La temperatura è normalizzata, mal di testa e dolori muscolari non si preoccupano più. Sintomi come naso che cola e tosse si osservano per circa una settimana. Insieme all'espettorato, il corpo si libera dalle cellule morte della pelle. Se il bilancio idrico è disturbato, l'espettorato può ispessirsi e accumularsi nelle vie aeree. Ciò contribuisce alla proliferazione di batteri e all'adesione di un'infezione secondaria.
  5. Con un trattamento appropriato di rinite e tosse, una persona ritorna rapidamente alla normalità. Se compare un'infezione batterica secondaria, il periodo di recupero è ritardato. In questo caso, si consiglia di visitare un medico.

Pertanto, la durata di ARVI è di circa 7 giorni. Con il raffreddore negli adulti, i sintomi di intossicazione sono spesso lievi - la temperatura è normale (o subfebrilla), la testa e i muscoli fanno male un po '. Di conseguenza, molte persone subiscono ARVI "in piedi" - continuano a andare a lavorare, utilizzare i mezzi pubblici.

Questo è ciò che porta ad un aumento del numero di casi, perché una persona fredda è in ogni caso un distributore di virus, anche se la malattia ha un decorso lieve.

Pertanto, il periodo di incubazione è uno stadio latente della malattia. Non sappiamo mai per certo a che punto siamo stati infettati. Tuttavia, possiamo sapere a che punto abbiamo comunicato con una persona fredda. Dopo il contatto con i pazienti si raccomanda di lavare le mani e i passaggi nasali. Lo stesso dovrebbe essere fatto usando i trasporti pubblici, i servizi igienici, ecc.

Caratteristiche del periodo di incubazione dell'influenza nei bambini

Considerando gli adulti, i bambini sono considerati i più vulnerabili alla malattia di ARI, poiché la loro immunità è più debole di quella di un adulto. Le statistiche medie dicono che ogni bambino almeno 1-2 volte all'anno è passato attraverso i segni di infezioni respiratorie acute. Un grado più elevato di infezione riguarda i bambini da 1 a 5 anni, e la generazione precedente, al contrario, tocca meno.

Sintomi di infezioni respiratorie acute nei bambini:

  • tosse;
  • gola rossa, dolore durante la deglutizione;
  • rinite acuta;
  • intossicazione: mal di testa, debolezza, mancanza di appetito.

Per ogni categoria di età ha le proprie caratteristiche:

  1. Nei bambini di un anno, l'insorgenza dei sintomi è meno evidente, ma se sono infetti, le apparenze si riflettono in una forma piuttosto acuta: sonno del bambino povero, stati d'animo, congestione nasale e la temperatura non diminuisce. Questi sintomi possono anche portare a bronchiti e polmoniti.
  2. La manifestazione di infezioni respiratorie acute per bambini fino a tre anni può essere caratterizzata da febbre fino a 39 gradi, mal di gola, tosse e naso che cola.
  3. I bambini di età superiore ai tre anni trasportano la malattia più facilmente rispetto ai bambini e ai bambini di un anno. Il bambino ha la febbre non è molto alta, tosse rara e rinite.

Oltre ai sintomi di cui sopra, è opportuno aggiungere che al completamento del recupero, un periodo di tempo in cui il bambino può presentare segni di bassa temperatura. Tuttavia, non aver paura, non importa quanto duri, è solo la sindrome astenica (sindrome da stanchezza cronica). La sua apparizione è annotata come tolleranza di virus di infezioni respiratorie acute, l'influenza e ARVI.

Il periodo di incubazione dell'influenza dipende dal numero di particelle virali che sono entrate nel corpo a causa dell'infezione. Più di loro, più breve è la durata.

Quindi nei bambini il sistema immunitario è più debole rispetto agli adulti e il periodo di incubazione è più veloce.

Può durare solo un giorno, a volte due, a seconda della forza dell'immunità, il bambino in particolare, dipende anche da quanti anni ha.

ARI negli adulti

La malattia respiratoria acuta (ARI) negli adulti ha caratteristiche caratteristiche, come la lesione delle vie respiratorie, e allo stesso tempo c'è anche un aumento della temperatura a 38 gradi. Molte persone chiamano il raffreddore come un raffreddore. Questa malattia si sviluppa piuttosto lentamente, tuttavia, oltre al tratto respiratorio, si estende ad altri organi del corpo umano. Puoi anche notare l'assenza di intossicazione o la sua forma debole.

A differenza dello sviluppo lento, il suo aspetto è accompagnato da una natura acuta e i sintomi sono piuttosto evidenti. Se confrontarsi con ARVI, l'infezione respiratoria acuta non causa un'infezione virale, quindi per un lungo periodo il paziente non sarà nemmeno in grado di capire di essere stato infettato.

Il periodo di incubazione per gli adulti con malattia respiratoria acuta dura circa 14 giorni. Con questo intervallo, una persona infetta non ha sintomi specifici e potrebbe anche non esserci febbre.

I primi sintomi della malattia degli adulti si osservano solo 2-3 giorni dopo l'infezione. Ci sono casi in cui il periodo di incubazione è davvero allungato per 14 giorni. I segni di malattia respiratoria acuta sono evidenti nella tendenza al rialzo.

I sintomi della malattia respiratoria acuta nella generazione adulta:

  1. Naso che cola, accompagnato da un naso chiuso e starnuti costanti.
  2. Casi frequenti di secrezione lacrimale dagli occhi.
  3. Fioritura bianca nella gola, che è accompagnata da un po 'di amarezza e arrossamento.
  4. Febbre o brividi.
  5. I linfonodi situati sotto il fondo della mascella, aumentano di dimensioni.
  6. L'aumento della temperatura di 38,5 gradi si verifica quando il corpo è alle prese con la malattia.

Le malattie respiratorie acute (ARD) sono molto diffuse, si verificano in ogni stagione, soprattutto durante la stagione fredda. L'ARI negli adulti può essere causato da una varietà di agenti patogeni, ma il più delle volte da virus, di cui esistono circa 170 specie. I virus più comuni sono la parainfluenza, l'influenza, i rinovirus, gli adenovirus, i respiratori sinciziali.

Ma i virus non sempre causano infezioni respiratorie acute, secondo le statistiche, circa nel 30-50% dei pazienti, batteri (stafilococchi, streptococchi, legionelle, meningococchi), micoplasma o clamidia provocano lo sviluppo di questa malattia. In questo caso, al paziente vengono prescritti antibiotici, che vengono selezionati singolarmente a seconda dell'agente patogeno.

Patogenesi: cosa succede nel corpo degli ammalati?

L'infezione si verifica solo attraverso le goccioline trasportate dall'aria da una persona che ha una malattia respiratoria acuta. Successivamente, il virus inizia a moltiplicarsi nel tratto respiratorio, determinando migliaia di virioni (particelle virali). Le virioni catturano nuove aree del tratto respiratorio, si moltiplicano attivamente su di esse, causando necrosi e desquamazione della mucosa dell'albero bronchiale. La vastità e la gravità delle lesioni dipendono dalla patogenicità del virus e dallo stato di immunità umana.

Le infezioni respiratorie acute e batteriche adenovirali hanno alcune peculiarità. Quindi, in questo tipo di malattia, il fatto dell'infezione è assente. Il fatto è che la maggior parte degli agenti causali della ARD batterica fanno parte della microflora condizionatamente patogena, che è costantemente presente nel tratto respiratorio di una persona sana.

Di solito negli adulti una tale malattia come la malattia respiratoria acuta dura poco tempo, procede benigna. Ma sullo sfondo di questa malattia, altre patologie croniche del tratto respiratorio, che possono portare a gravi complicanze batteriche secondarie, possono aggravarsi. Per combattere tali effetti pericolosi, il paziente dovrà assumere antibiotici.

Sintomi di infezioni respiratorie acute di eziologia virale

I sintomi della malattia compaiono dopo la fine del periodo di incubazione, che può durare da alcune ore a diversi giorni. Uno dei principali segni di ARI è la febbre, che di solito appare il primo giorno di malattia e inizia con brividi. La temperatura può salire a valori alti - 38-40 gradi.

Insieme alla febbre, ci sono anche sintomi di intossicazione generale, come dolori muscolari e articolari, mal di testa (in fronte, tempie, sopracciglia), debolezza, dolori muscolari. A volte il dolore è localizzato nei bulbi oculari, può aumentare con il movimento degli occhi o premendo su di essi. Alcuni pazienti hanno lacrimazione, fotofobia.

L'infezione da Rhinovirus è caratterizzata da sintomi come congestione nasale, starnuti e secrezione dai passaggi nasali, che sono inizialmente mucosi e acquosi, e qualche tempo dopo sono mucosi e grigiastri ea volte simili a pus. Una tale infezione respiratoria acuta negli adulti può essere accompagnata da mal di gola, raucedine e sensazione di pesantezza alla testa.

L'influenza inizia sempre in modo acuto. Oltre alla febbre e all'intossicazione generale, il paziente è disturbato da sintomi come solletico, dolore e crudezza al petto, tosse secca. La pelle del viso e del collo è iperemica. La pressione sanguigna diminuisce, l'impulso è contratto. Occasionalmente possono verificarsi epistassi. Se tali sintomi compaiono, si dovrebbe assolutamente consultare un medico, perché l'influenza può portare a gravi complicazioni, come edema polmonare, gonfiore del cervello e shock tossico contagioso. Inoltre, la malattia è spesso complicata da polmonite, otite media e sinusite, che sono spesso usati per combattere gli antibiotici.

L'infezione da adenovirus è accompagnata da danni non solo all'apparato respiratorio, ma anche ai linfonodi e agli occhi. Con questo tipo di ARD, la fioritura bianca appare sotto forma di film o filamenti sulle tonsille. Si manifestano sintomi quali gonfiore pronunciato delle palpebre, congiuntivite, disturbi intestinali, linfonodi ingrossati e un'eruzione cutanea di grandi dimensioni. Questo raffreddore può portare allo sviluppo di polmonite.

I sintomi della parainfluenza sono molto simili ai sintomi dell'influenza, ma la malattia è più prolungata e tutti i sintomi sono molto più pronunciati. Il paziente ha una tosse secca e talvolta grossolana ("abbaiare"), dolore durante la deglutizione e difficoltà a respirare a causa dell'edema nell'area delle corde vocali e del loro spasmo riflesso. Il trattamento della malattia dovrebbe iniziare immediatamente, perché il quarto giorno il paziente può sviluppare polmonite o bronchite.

L'infezione da enterovirus o influenza estiva si manifesta con febbre, ingrossamento della milza e del fegato, linfoadenopatia, nausea e dolore addominale. Se il virus si è diffuso in tutto il corpo attraverso il flusso sanguigno, appare un'eruzione sulle braccia e sulle gambe, gli arti si gonfiano e le piaghe si verificano in bocca. Se il trattamento non viene avviato in tempo, possono svilupparsi encefalite e meningite.

Segni di infezioni respiratorie acute di eziologia non virale

Se la malattia è causata da clamidia, il paziente ha febbre, intossicazione, tracheobronchite, ingrossamento del fegato e milza. A 2-4 giorni si verifica una polmonite, quindi il trattamento deve iniziare il più presto possibile. Se il paziente ha una micoplasmosi respiratoria, oltre all'elevata temperatura e ai sintomi di intossicazione generale, sarà disturbato da tracheobronchite e rinofaringite. Per evitare spiacevoli conseguenze, il paziente dovrà assumere antibiotici prescritti da un medico.

Di regola, un'eziologia batterica si sviluppa in persone con malattie respiratorie croniche. Di solito la malattia si verifica gradualmente, l'intossicazione e la febbre non sono molto pronunciate. Ma è possibile e grave con intossicazione pronunciata e febbre, che può portare a gravi complicazioni, come ad esempio la polmonite.

diagnostica

Prima di iniziare il trattamento, è necessario diagnosticare per chiarire la diagnosi. Un paziente sta effettuando un esame del sangue clinico e, se necessario, utilizzando metodi di diagnosi rapida. A volte aiuta a identificare la PCR dei patogeni.

Uso e metodo sierologico, che è relativamente semplice e conveniente. Durante lo studio, gli specialisti di laboratorio hanno testato sieri accoppiati, che sono stati prelevati nei primi giorni della malattia e dopo 5-7 giorni. Gli anticorpi ai virus che sono gli agenti causali della malattia si trovano in diverse reazioni. Segno diagnostico è l'aumento di titoli quattro volte o più.

Trattamento della malattia

Se la condizione del paziente non è seria, allora il suo trattamento avviene a casa. Nel periodo della febbre, è necessario rispettare il riposo a letto, bere di più. Un malato deve essere isolato dagli altri mentre viene trattato, poiché è contagioso. Assicurati di chiamare un medico, perché solo lui può decidere cosa trattare il paziente.

Se la malattia è di eziologia virale, vengono utilizzati farmaci antivirali con attività antivirale (Kagocel, reaferon), nonché farmaci antipiretici e combinati (Vervex, paracetamolo, anti-influenza, rhinzasip). Come prescritto dal medico, viene utilizzato l'interferone. Il trattamento comprende anche l'uso di gocce di vasocostrittore dal comune raffreddore (nazivina, vibrocillo), unguento ossolinico e vitamine (ascorutina, acido ascorbico, complessi multivitaminici).

Qualche volta i dottori chiedono a un paziente come trattare una malattia, raccomandano medicine omeopatiche (aflubin, gonfidico). Se il broncospasmo si è sviluppato, utilizzare broncodilatatori (eufillina, teopek). Nei primi giorni della malattia, il trattamento può includere farmaci antitosse, entrambi narcotici (codeina) e non narcotici (glaulent).

Sintomi di ARI

Il virus dell'influenza è considerato il più pronunciato per i suoi sintomi e conseguenze, a differenza di altre malattie di ARVI. Colpisce ogni cosa nel suo percorso nel corpo: vasi, sistema nervoso, tessuto polmonare, vie respiratorie. L'influenza può causare problemi al fegato, intestino tenue, pancreas. Il periodo di incubazione può durare solo un giorno.

Un paziente ha:

  • l'emicrania;
  • la debolezza;
  • aumento della temperatura corporea.

Nelle forme complicate di vomito, sanguinamento dal naso, convulsioni, delirio, emorragia sottocutanea, perdita di coscienza. Se l'influenza non ha conseguenze, i sintomi durano da 1 a 2 giorni, con febbre per 4-5 giorni.

La parainfluenza è come l'influenza, i suoi sintomi compaiono gradualmente. Con le forme deboli, si può osservare il catarro del tratto respiratorio superiore, la temperatura non sale. Nelle forme più gravi si può osservare la febbre che dura da 7 giorni, la gola e il tratto respiratorio sono interessati. In molti casi con parainfluenza ci sono "partner": laringiti, faringiti, bronchiti asmatiche, riniti.

Quando l'infezione da rinovirus colpisce la mucosa nasale. Diventa infiammata e diventa difficile per il paziente respirare. Scoperta nasale copiosa comincia ad apparire, la persona starnutisce spesso. La temperatura corporea è per lo più normale, il paziente lamenta debolezza, emicrania, naso che cola. La malattia dura circa una settimana. Se l'infezione è accompagnata da otite, bronchite, polmonite, ci vuole molto più tempo.

Le alte temperature non influenzano l'infezione da adenovirus. Può essere nel corpo del paziente fino a un mese. Puoi essere infettato da un virus simile anche attraverso i prodotti. I virus possono moltiplicarsi non solo nelle vie respiratorie, ma anche nell'intestino, possibili malattie del fegato, intestino, occhi.

La diagnosi di malattia respiratoria acuta (ARD) si riferisce a una vasta gamma di malattie della zona respiratoria che possono essere causate da:

  • patogeni microbici (alcuni tipi di pneumococco, stafilococco, bacilli blu-collo, legionella, ecc.);
  • agenti patogeni virali (adenovirus, enterovirus, virus dell'influenza, coronovirus, ecc.);
  • patogeni misti (microbica virale).

Recenti studi nel campo dell'insorgenza della malattia hanno stabilito che i parassiti intracellulari, come la clamidia e il micoplasma, a volte possono provocare una frequente malattia della ARD, oltre a causarla.

Segni e sintomi della malattia

I primi segni di ARD appaiono, più spesso, il terzo o il quarto giorno dopo l'infezione. A volte il periodo di incubazione della malattia è esteso a 10-12 giorni. Negli adulti, i sintomi della malattia respiratoria acuta appaiono in modo uniforme, con un aumento graduale:

  • naso che cola, congestione nasale e starnuti è il sintomo più frequente e prominente;
  • lacrimazione - presente nella maggior parte dei casi della malattia;
  • mal di gola e arrossamento, a volte è possibile una patina bianca;
  • brividi e febbre;
  • linfonodi ingrossati situati nel collo e sotto le mascelle.

Oltre a questi, i segni principali, le infezioni respiratorie acute negli adulti possono avere tali manifestazioni:

  1. L'aumento della temperatura, nonostante i brividi, è più spesso non osservato o è piccolo (37-37,5 gradi).
  2. Mal di testa, debolezza generale, letargia, muscoli e articolazioni doloranti - tutti questi segni caratteristici di intossicazione del corpo in caso di ARD sono lievi all'inizio della malattia.
  3. La tosse nella malattia respiratoria acuta si verifica, nella maggior parte dei casi, all'inizio è secca e secca. Man mano che la malattia progredisce, la tosse diventa più umida e può continuare per qualche tempo dopo la scomparsa di altri sintomi.
  4. Se infettati con adenovirus, possono esserci sintomi di malattia respiratoria acuta come dolore addominale e arrossamento degli occhi.

Di regola, la malattia respiratoria acuta dura per 6-8 giorni e passa senza conseguenze. Possibili complicazioni di infezioni respiratorie acute possono essere:


Sintomi influenzali

Un tipo di malattia respiratoria acuta è l'influenza. Le manifestazioni della malattia da questo virus sono molto diverse da altre infezioni respiratorie acute. L'influenza è caratterizzata da un improvviso inizio della malattia con tali sintomi:

  • alta temperatura (fino a 39-40 gradi), persistente per 3-4 giorni;
  • dolore e dolore negli occhi;
  • intossicazione del corpo (reazione oculare alla luce, sudorazione, debolezza, vertigini);
  • leggera congestione nasale, starnuti.

Da parte del rinofaringe, nei primi giorni della malattia, è possibile osservare iperemia del palato e parete posteriore faringea senza arrossamenti. La fioritura bianca, di regola, è assente e il suo aspetto può indicare l'adesione di un'altra infezione o una malattia del mal di gola, e non l'influenza.

La tosse può essere assente o si verifica in 2-3 giorni di malattia ed essere accompagnata da dolore nell'area del torace, che si spiega con il processo infiammatorio nella trachea.

Inoltre, una caratteristica distintiva di questo tipo di malattia respiratoria acuta è l'assenza di linfonodi ingrossati.

Dopo il recupero, per qualche tempo, circa 10-15 giorni, i sintomi della sindrome astenica possono persistere:

  • stanchezza;
  • la debolezza;
  • mal di testa.

Le complicazioni dopo aver sofferto l'influenza possono essere abbastanza gravi. Oltre alla esacerbazione delle malattie croniche, l'influenza può causare infezioni batteriche secondarie. Questo è:

  • infezioni dell'orecchio;
  • evstahiit;
  • sinusite;
  • polmonite batterica.

Per gli anziani, l'influenza può causare irregolarità nel sistema cardiovascolare.

Quanti giorni è una persona infetta da ARVI: quanto dura il virus dell'influenza?

Dopo il periodo di incubazione e i sintomi di influenza, ARVI o ARD sono stati identificati, lo spread dura da 5 a 10 giorni. Una persona può essere infettata prima di quanto pensasse. A causa della persistenza dell'infezione e della sua rapida infezione nel mondo ci sono un gran numero di persone che sono passate attraverso questa malattia.

È molto più probabile che i bambini diffondano l'influenza, che può durare più di dieci giorni. L'immunità debole è la prima che copre l'influenza, le infezioni respiratorie acute e la SARS.

Per proteggersi dall'infezione di queste malattie, vale la pena osservare alcune semplici funzioni che aiuteranno a rafforzare il sistema immunitario.

  1. Il miglior metodo per combattere il virus è il vaccino. Forse questo vaccino antinfluenzale annuale non può dare piena fiducia nella protezione, ma aggiunge più possibilità.
  2. Igiene con influenza. Dopo aver parlato con una persona contagiosa, dovresti sicuramente lavarti le mani e indossare una maschera protettiva.
  3. Vitamina C. Anche questo metodo non offre una piena garanzia di protezione, ma rafforzerà il sistema immunitario, che permetterà di far fronte alla malattia più rapidamente.
  4. I farmaci antivirali saranno anche una buona via di fuga dall'assalto dell'influenza. Se le complicanze sono evidenti, dovresti assolutamente visitare il tuo medico in modo che prescriva i farmaci necessari per ridurre le complicanze dell'infezione.
  • Attraverso il sistema respiratorio
  • Dal paziente attraverso il contatto fisico (stretta di mano o bacio)
  • Attraverso oggetti e cose con cui il paziente ha avuto contatti (biancheria, piatti, maniglie delle porte, ecc.)
  • Attraverso il cibo dal tavolo in cui era seduto il paziente, la fonte di ARVI può essere questo cibo.
  • I vettori di infezione possono essere animali

L'infezione di infezioni virali respiratorie acute non è sempre, tutto dipende da quanto forte è l'immunità di una persona. Se è indebolito, allora la probabilità di catturare l'infezione sarà alta.

La persona che ha catturato il virus diventa contagiosa un giorno prima di sentire i primi sintomi, dicono gli esperti. Di conseguenza, se i sintomi della malattia compaiono dopo tre giorni, dopo che i virus si sono infiltrati nel corpo, il paziente potrebbe diventare contagioso alla fine del secondo giorno dopo il contatto con il paziente.

Se una persona ha manifestato sintomi un giorno o due dopo aver comunicato con l'ambulante dell'infezione, diventa un vettore e un distributore del virus dopo poche ore.

Per la prevenzione della sicurezza è meglio iniziare dal momento stesso della possibile infezione. Non è necessario attendere che un potenziale paziente mostri i sintomi della malattia, perché a quel punto potrebbe aver già infettato i suoi dipendenti o parenti.

Finché il paziente ha una temperatura elevata (solitamente da tre a cinque giorni), è un distributore di virus.

L'influenza, che appartiene anche alle infezioni respiratorie, viene trasmessa allo stesso modo di qualsiasi virus della SARS, ma una persona ne soffre di solito per più di 7-10 giorni, se non si presentano complicazioni. Durante questo intero periodo, il paziente è pericoloso per gli altri, mentre diventa un venditore ambulante del virus dell'influenza.

Dopo che tutti i sintomi della malattia scompaiono, la persona rimane il portatore dell'infezione per altri due giorni. Se sommiamo tutti i giorni, il periodo in cui una persona rimane contagiosa è di almeno 6 giorni.

Con una complicazione della malattia, bronchite, tracheite e così via, una persona rimane un venditore ambulante di batteri fino a quando smette di tossire e soffia il naso, cioè rilascia virus pericolosi nell'ambiente.

Quindi è necessario prendere il periodo totale della malattia, con tutti i sintomi, e aggiungere 1-2 giorni prima della malattia e 2 giorni dopo. Il periodo totale in cui il paziente sarà contagioso sarà di 1,5-2 settimane.

Uno dei metodi più semplici per infettare la SARS non è osservare le regole banali di igiene personale e nutrizione. Anche se una persona ha una forte immunità, che si oppone bene ai virus, alle mani non lavate, alla cattiva alimentazione, all'ipotermia, tutto ciò può indebolire significativamente la sua immunità. Ciò contribuirà allo sviluppo di pericolosi agenti patogeni che si moltiplicheranno in modo dinamico nel corpo umano.

Le infezioni virali del tipo respiratorio sono molto comuni e sono più spesso trasmesse attraverso il sistema respiratorio. La stragrande maggioranza delle persone è negligente nei confronti dei metodi di protezione.

Alcuni hanno l'idea sbagliata che il contatto con un paziente con ARVI sia pericoloso nei primi giorni dopo l'infezione, ma non lo è. Il paziente è contagioso nel corso della malattia, è necessario aggiungere a questo il giorno prima che compaiano i primi sintomi e almeno due giorni dopo la loro scomparsa.

Dopo il ritiro di tutti i sintomi della malattia, dovrebbero essere necessari altri 3-4 giorni in modo che il paziente possa essere considerato completamente sano e innocuo per gli altri.

È molto difficile evitare completamente la comunicazione con i pazienti che si trovano nella prima fase dell'infezione, in cui i segni della malattia non sono ancora molto evidenti. I rischi maggiori sono i luoghi di grandi folle di persone, come i trasporti pubblici, i negozi, le fermate degli autobus, gli aeroporti e così via.

Il virus dell'influenza è contagioso e rappresenta un grande pericolo per gli esseri umani - si sa quando un focolaio improvviso ha coperto interi paesi, portando via la vita a molte persone.

Inoltre, le complicazioni derivanti da infezioni virali respiratorie acute sono anche pericolose.

Un organismo che una volta ha avuto un ARD non è protetto da una nuova infezione - una costante mutazione del virus si verifica, vive, formando nuove forme complesse con un grado ancora maggiore di contagio.

Specialisti, usando ceppi influenzali, stanno sviluppando nuovi vaccini per prevenire la diffusione di un altro focolaio di SARS. Ma il vaccino antinfluenzale viene ignorato dalla maggioranza della popolazione, quindi il rischio di infezione è elevato.

Prevenire la diffusione dell'infezione può solo mettere in quarantena le misure - limitare la comunicazione di persone sane con portatori di infezione. Pertanto, è molto importante sapere esattamente quanti giorni una persona con l'influenza può essere contagiosa.

Una risposta inequivocabile a questa domanda da parte dei medici non è stata ancora trovata. I medici francesi, ad esempio, basandosi sulle loro ricerche, sostengono che quando un ARVI è infetto, la cerchia di contatto con il paziente deve essere strettamente limitata per almeno quattro giorni.

Dipendenti del Centro di ricerca universitario. Pierre e Marie Curie (Parigi) hanno condotto una ricerca sull'intensità della malattia nei volontari infettati dal virus dell'influenza. Gli esperti hanno cercato di trovare la risposta alla domanda su quanti giorni il virus vive nel corpo e quanto a lungo rimane contagioso.

Per questo, sono stati selezionati diversi gruppi di persone, seguiti da un gruppo di esperti medici per dieci giorni. Il calcolo della probabilità di malattia tra i partecipanti infetti nell'esperimento è stato effettuato sulla base di un algoritmo matematico.

Sulla base dei risultati dello studio, gli scienziati hanno scoperto che isolare i partecipanti con sintomi primari di influenza ha permesso di ridurre il numero di persone infette alla metà.

Secondo i risultati dell'esperimento, gli scienziati hanno concluso che durante il periodo dal momento dell'infezione e la transizione della patologia alla fase attiva (4 giorni), la probabilità che il virus si diffonda all'ambiente più vicino si riduce significativamente.

Caratteristiche del periodo di incubazione

  • Bassa probabilità di rilevare l'infezione il primo giorno;
  • L'assenza nel periodo di incubazione delle caratteristiche del virus dell'influenza;
  • Durata individuale del periodo di incubazione, a seconda dello stato del sistema immunitario del paziente;
  • Sviluppo improvviso della malattia dopo il completamento del periodo di incubazione.

Il primo giorno di un raffreddore per rilevare i segni di infezione è molto difficile a causa della mancanza di sintomi chiari. Una persona attaccata da un virus non sospetta che sia diventato un portatore di infezione fino alla comparsa dei primi segni di ARVI.

Poiché durante il periodo di incubazione il virus rimane attivo per circa 7 giorni, è quasi impossibile determinare il momento dell'infezione. Il periodo di incubazione dell'influenza avviene in modo nascosto, ed è possibile determinare quanto a lungo dura solo in modo condizionale, in base alle sue manifestazioni tipiche.

La durata del periodo di incubazione può variare a seconda dello stato del sistema immunitario umano, nonché dalla presenza di altri virus. Con un attacco potenziato di un gran numero di virus sul sistema immunitario, si verifica un malfunzionamento nel corpo e uno sviluppo intensivo della patologia.

Il virus ha la capacità di moltiplicarsi a velocità tremenda - solo un paio di giorni dopo l'infezione, il paziente diventa un pericoloso vettore virale per l'ambiente vicino. La probabilità di pericolo di infezione da un tale paziente scompare solo dopo una settimana.

Dopo il periodo di incubazione, la malattia procede alla fase aperta. Il paziente sente questo a causa di un'improvvisa pesantezza in tutto il corpo, dolore muscolare e dolori articolari.

È necessario identificare il virus dell'influenza nel tempo. Per questo è necessario conoscere i principali segni di SARS. La terapia corretta già nel periodo di incubazione ha un effetto positivo.

I principali rischi e caratteristiche dell'infezione

L'astuzia del virus dell'influenza è la difficoltà di identificarlo nel primo stadio della malattia. La persona non nota a che ora è stato infettato. Inoltre, la presenza del virus nel corpo può essere valutata se il paziente ha le seguenti caratteristiche:

  1. La temperatura elevata;
  2. Naso che cola, tosse;
  3. Mal di gola
  4. Mal di orecchie con un raffreddore.

L'infezione si verifica più spesso in luoghi pubblici con grandi folle di persone - questi sono negozi, trasporti pubblici, uffici. Esiste anche un'alta probabilità di infezione attraverso oggetti domestici comuni, nelle bozze.

Nelle persone con un'immunità indebolita, la durata del periodo di incubazione è aumentata. Il rischio di essere infetti da un virus è costituito da persone che vivono con un paziente infetto.

La durata della malattia in ciascuno può anche variare - le persone con buona salute tollerano più facilmente la malattia, che di solito dura da 4 a 14 giorni.

Se il periodo di sensazione di uno stato doloroso da parte di una persona è più lungo del tempo specificato, è necessario consultare un medico per escludere la possibilità di infezione secondaria o lo sviluppo di complicanze.

Prevenzione dell'infezione da virus influenzale

Il virus dell'influenza si differenzia da altre patologie virali per la sua "segretezza" - anche prima dell'inizio dei primi segni della malattia, il paziente diventa già un venditore ambulante dell'infezione. Fino a quando non viene diagnosticata un'infezione virale, un paziente di mezza età è pericoloso per coloro che si trovano attorno al vettore del virus per circa 5-10 giorni.

Primi passi nel trattamento

Quando un bambino ottiene ARVI, ha bisogno di riposo a letto. La stanza in cui si trova il paziente deve essere costantemente ventilata. A temperature elevate, è necessario posizionare un asciugamano bagnato inumidito con acqua fredda sulla testa. Dovrebbe essere costantemente cool.

In nessun caso il paziente deve indossare abiti caldi in modo che il corpo non si surriscaldi ulteriormente. Il bambino ha bisogno di essere dato più fluido per evitare la disidratazione. Se si verifica una temperatura elevata per un lungo periodo, è necessario adottare misure urgenti per ridurlo. Puoi pulire il bambino con alcol a 40 gradi o diluire con aceto e pulire i palmi con i piedi. In casi estremamente rari vengono somministrati farmaci antipiretici.

In modo che il bambino nei bronchi non ritardare l'espettorato e lui era in grado di tossire, è necessario dargli tè o miele con latte, fare inalazioni. Se hai un brutto raffreddore, devi pulire e risciacquare il naso.

Quando la temperatura del bambino diminuisce, ha bisogno di alzarsi più volte al giorno. Con il riposo a letto prolungato, c'è ristagno nei polmoni e il processo patologico dura più a lungo. La transizione dal letto al quotidiano dovrebbe essere regolare.

Nel trattamento del paziente non è possibile utilizzare antibiotici. Possono curare il paziente di germi, non hanno alcun effetto sui virus. Hai solo un'altra dose di elementi chimici. Quasi tutte le malattie si manifestano con tosse, naso che cola e febbre - questi sono i modi per combattere il corpo contro l'agente patogeno. Se inizi ad assumere farmaci antipiretici, invece di tre giorni di raffreddore hai tre settimane in ospedale.

Per evitare le malattie della SARS, è necessaria la prevenzione: esercizio fisico, passeggiate quotidiane, indurimento, assunzione di vitamine. Prova ad aerare quotidianamente il tuo spazio vitale e fai la pulizia a umido, lavati le mani più spesso ed evita il contatto ravvicinato con le persone infette.

L'infezione influenzale localizza principalmente la regione rinofaringea, quindi i segni primari si verificano esattamente in questo luogo. Se si osservano solletico e mal di gola, si raccomanda, prima di tutto, di risciacquare con un antisettico.

Oggi, nel trattamento dell'influenza, delle infezioni virali respiratorie acute e delle infezioni respiratorie acute, le medicine sotto forma di pillole assorbibili, spray e soluzioni per inalazione hanno una scelta piuttosto ampia. I medici raccomandano l'uso di soluzioni di risciacquo, poiché sopprimono efficacemente i sintomi dell'influenza e contengono anche una grande quantità di sostanze antimicrobiche.

Quanto tempo ci vuole per fare i gargarismi e per quanto tempo? Il risciacquo al primo segno dell'influenza viene effettuato continuamente, ovvero alcuni giorni, 2-3 volte tre volte.

Se alcuni sintomi di infezioni respiratorie acute e influenza erano evidenti, allora dovresti iniziare a prendere farmaci che aiutano a produrre l'interferone nel corpo. È l'assunzione di questi farmaci che riduce il periodo dell'influenza, mentre aiuta anche a combattere il virus.

Nella fase iniziale dell'influenza, prendere queste misure sarà sufficiente. È anche necessario rispettare il corretto mangiare, riposare a letto ed evitare lo stress emotivo.

Una volta che il paziente ha capito quanti giorni una persona è contagiosa, è necessario capire come eseguire il processo di trattamento. Per rendere più veloce il processo di recupero, è necessario seguire alcuni importanti consigli.

  1. Rispetto del riposo a letto. Il paziente non deve alzarsi dal letto fino a quando la sua temperatura non si normalizza.
  2. Nutrizione equilibrata. Nei primi giorni il paziente può rifiutarsi di mangiare, ma non è costretto a costringerlo a mangiare. Basta bere latte con miele e molti liquidi. Due giorni dopo, al paziente può essere offerta una zuppa di pollo o purè di patate.
  3. Regime di consumo di conformità. Il paziente deve bere molta acqua nei primi giorni della malattia.

Se le regole di cui sopra non vengono seguite, il paziente rischia di avere complicazioni e infettare un gran numero di persone ed è anche molto importante aderire al regime di trattamento prescritto dal medico. I farmaci antivirali, l'interferone per l'attivazione di anticorpi, antipiretici e medicinali per il mal di gola sono obbligatori per il paziente. La durata del trattamento sarà di sette-dieci giorni fino al completo recupero.

La SARS è causata da una varietà di virus, ognuno dei quali ha il proprio periodo di incubazione e sintomi. Perciò, alle prime manifestazioni è necessario consultare un dottore.

Trattamento della malattia

Se il decorso della malattia è grave e se compaiono complicazioni, il paziente può essere ricoverato in ospedale nell'ospedale. La questione su come trattarla in questo caso è decisa solo dal medico, a seconda della gravità delle condizioni del paziente. In questo caso non si possono usare solo antibiotici, ma anche farmaci ormonali.

prevenzione

Per la prevenzione dell'uso di interferone (intranasale). Durante un'epidemia, puoi indossare una maschera protettiva che dovrebbe essere cambiata ogni due ore. Se lo desideri, puoi essere vaccinato contro l'influenza. È inoltre necessario condurre uno stile di vita sano e quando compaiono i primi sintomi allarmanti, contattare il medico con una domanda su come trattare la malattia.