Primo medico

Le tonsille sono un organo del sistema immunitario responsabile della lotta alle infezioni. Tuttavia, lo sviluppo di processi patologici nella faringe può portare alla necessità di rimuovere le tonsille. Esistono molti metodi di tonsillectomia e solo un medico può scegliere il più adatto.

Asportazione chirurgica

Questo è un metodo classico di rimozione in cui è possibile applicare un bisturi, forbici o cappio. L'operazione viene eseguita in anestesia generale e consente di eliminare definitivamente la fonte dell'infezione. Il sanguinamento viene fermato dall'elettrocoagulazione.

Questa procedura è considerata abbastanza radicale, nel corso della guarigione si osserva una sindrome da dolore moderata. Allo stesso tempo, il rischio di ricorrenza di tonsillite cronica è ridotto al minimo.

Tuttavia, dobbiamo tenere a mente che la rimozione completa delle tonsille porta a una diminuzione dell'immunità locale, e questo può portare allo sviluppo di faringite, bronchite e laringite. Inoltre, aumenta la probabilità di reazioni allergiche alle vie respiratorie.

elettrocauterizzazione

Durante questa procedura, la cauterizzazione delle tonsille con una corrente elettrica. Il principale vantaggio del metodo è che è caratterizzato da un lieve sanguinamento postoperatorio rispetto al metodo classico di rimozione.

Tuttavia, nel corso della ricerca è stato scoperto che l'esposizione alle alte temperature provoca danni ai tessuti circostanti, e questo è irto di alto disagio nel periodo postoperatorio.

Rimozione con un bisturi ad ultrasuoni

Questa procedura comporta la rimozione delle tonsille usando un bisturi ad ultrasuoni. La lama di questo strumento vibra a circa 55.000 giri al secondo sotto l'influenza dell'energia ultrasonica. Oltre a rimuovere le tonsille, questo dispositivo consente di interrompere il sanguinamento.

La temperatura dell'impatto sul tessuto raggiunge 80 gradi. Dopo l'operazione, rimane una sutura pulita nella tonsilla e, a causa dell'uso di una temperatura relativamente bassa, è possibile prevenire danni ai tessuti sani.

cryolysis

La rimozione delle tonsille con azoto liquido o criodistruzione viene effettuata congelando il tessuto linfoide. Poiché il congelamento causa il blocco dei recettori del dolore, tutte le manipolazioni sono eseguite in anestesia locale.

Tuttavia, le revisioni di questa procedura confermano il fatto che il periodo postoperatorio è caratterizzato da un aumento del dolore.

Inoltre, il risultato ottenuto con questo metodo non è sempre sufficientemente radicale e quindi potrebbe essere necessario un nuovo intervento.

Poiché il rigetto del tessuto congelato richiede un certo tempo, è necessaria un'attenta cura antisettica della mucosa.

Tonsillectomia a onde radio

Questo è un metodo molto efficace e sicuro, che consente di rimuovere solo le aree danneggiate delle tonsille, senza toccare aree sane. I vantaggi della rimozione del metodo delle onde radio sono un piccolo trauma, la minima quantità di dolore, nessun sanguinamento.

Le revisioni della rimozione delle tonsille usando il metodo delle onde radio indicano che la ferita guarisce molto rapidamente e non presenta cicatrici ruvide. L'impatto sul tessuto avviene senza distruggere le cellule e la dissezione è dovuta al calore che si forma a causa della resistenza delle cellule alla corrente ad alta frequenza.

La procedura per la rimozione delle tonsille con il metodo delle onde radio non richiede più di trenta minuti, mentre la chirurgia richiede circa un'ora e mezza. Grazie alla capacità delle onde radio di coagulare i piccoli vasi, è possibile rendere l'operazione completamente esangue.

Rimozione laser

Esistono diversi tipi di laser che possono essere utilizzati per rimuovere le tonsille. Se la maggior parte dei tessuti linfoidi è interessata, viene utilizzato un laser a fibre ottiche. Nel caso in cui l'attenzione sia concentrata sull'amigdala e i tessuti circostanti sono sani, viene utilizzato un laser al olmio.

Lo strumento a infrarossi consente non solo il taglio, ma anche il collegamento dei tessuti, e un laser ad anidride carbonica agisce sull'amigdala, eliminando le infezioni e riducendone le dimensioni.

La rimozione laser delle tonsille dura non più di trenta minuti. Inoltre, durante la procedura è possibile coagulare le piccole navi, in modo che divengano esangue. Il dolore non è troppo pronunciato e il periodo di recupero non supera i quattro giorni.

Allo stesso tempo, i metodi laser utilizzati per rimuovere le tonsille hanno alcune limitazioni, tra cui il diabete mellito, la fase attiva della tubercolosi, le mestruazioni, la SARS, la gravidanza, l'emofilia.

Metodo al plasma liquido

I metodi moderni usati per rimuovere le tonsille includono l'uso della cobilazione. La base di questo metodo risiede nella differenza dei potenziali elettrici, che provoca la ionizzazione del liquido elettricamente conduttivo. Il risultato è un plasma che circonda l'elettrodo attivo. L'energia risultante consente di distruggere le macromolecole organiche su componenti a basso peso molecolare.

Durante questa procedura, la temperatura con cui viene trattato il tessuto non supera i 60 gradi. È caratterizzato da minima invasività e basso rischio di sanguinamento. Inoltre, la rimozione delle tonsille con il metodo del plasma freddo è accompagnata da lievi sensazioni di dolore.

Rimozione usando microdebrider

Durante questa procedura, uno strumento rotante viene utilizzato per asportare le tonsille, che taglia i tessuti molli. Include un catetere o un tubo collegato al tubo di aspirazione e al pedale.

Il vantaggio di questo metodo è che può essere utilizzato per l'escissione parziale delle tonsille. È possibile rimuovere una parte del tessuto che impedisce la respirazione completa e, allo stesso tempo, salvare la capsula dell'amigdala, che è una protezione contro infiammazioni, infezioni e danni.

Recensioni di questa tecnica indicano che è accompagnato da dolore minore, rapido recupero e un piccolo numero di conseguenze. Tuttavia, questo metodo è raccomandato solo per ridurre le dimensioni delle tonsille, mentre non è adatto per il trattamento delle infezioni croniche.
I metodi moderni, utilizzati per rimuovere le tonsille, riducono al minimo il numero di effetti collaterali. Sono praticamente indolori e non sono associati al rischio di sanguinamento. Tuttavia, il medico dovrebbe scegliere il metodo più efficace, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente.

Devo rimuovere le tonsille? Questa domanda viene posta dai presentatori e dagli eroi dello show televisivo "Tutto andrà bene"

Raccomandiamo anche di leggere: cauterizzazione delle tonsille.

Possibili modi per rimuovere le tonsille

Le tonsille o le tonsille sono formazioni costituite da tessuti epiteliali linfoidi situati nella laringe umana. Le ghiandole sono un importante organo del sistema immunitario umano, svolgono funzioni protettive e immunomodulatorie, impedendo la penetrazione di agenti infettivi nel corpo umano.

Ma a volte le situazioni sorgono quando viene indicata la rimozione delle ghiandole. Come si svolge questa operazione, quali metodi vengono eseguiti, quando il taglio delle tonsille è veramente necessario e quando ha senso provare altri metodi di trattamento?

Indicazioni per la chirurgia

Alcuni decenni fa, la rimozione delle tonsille era un'operazione normale, si credeva che questo fosse l'unico trattamento efficace per la tonsillite cronica. Oggi, la rimozione delle tonsille viene effettuata solo come ultima risorsa, quando tutti i possibili metodi di trattamento conservativo sono stati provati e non hanno portato il risultato atteso.

L'operazione per rimuovere le ghiandole è indicata in questi casi:

  1. recidiva alla gola - se la malattia si ripresenta più di 4 volte l'anno, è difficile, con sintomi di grave intossicazione e complicanze ad altri organi interni;
  2. spesso esacerbando la tonsillite cronica, sviluppata come complicazione dell'angina acuta;
  3. formazione di ascessi paratonsillari e altre ampie suppurazioni nella zona della laringe;
  4. una forte diminuzione dell'immunità;
  5. se si verifica un blocco incontrollato delle vie respiratorie, ad esempio quando russi durante il sonno di una notte.

In quest'ultimo caso, potrebbe non essere una rimozione completa, ma solo un ritaglio parziale delle tonsille per assicurare il normale passaggio di aria attraverso le vie respiratorie.

Quali metodi vengono utilizzati

In effetti, l'operazione per rimuovere le tonsille è stata praticata per più di cento anni. Le ghiandole sono state tagliate con successo nel Medioevo, ma oggi, naturalmente, vengono utilizzati metodi e strumenti molto più avanzati.

La rimozione delle tonsille negli adulti, in tutto o in parte, viene eseguita sempre utilizzando l'anestesia. Il paziente non sente alcun dolore durante l'operazione. Ma dopo che le sensazioni dolorose possono sorgere e disturbare per molti altri giorni.

I principali metodi di rimozione delle tonsille che vengono utilizzati oggi:

  • rimozione chirurgica classica con un bisturi e altri strumenti;
  • laser;
  • raggio infrarosso;
  • elettrocoagulazione;
  • ultrasuoni;
  • azoto liquido.

Ognuno dei metodi ha le sue caratteristiche, vantaggi e svantaggi, quindi vale la pena considerarli in dettaglio. Immediatamente hai bisogno di dire: il metodo per rimuovere le tonsille è determinato dal medico. Vengono presi in considerazione anche i desideri del paziente e le sue capacità finanziarie, ma la parola decisiva è per il medico curante, che si assume tutte le responsabilità per l'operazione, la sua efficacia e sicurezza.

Metodo classico

La rimozione delle tonsille negli adulti con questo metodo viene eseguita in anestesia generale, poiché l'operazione è molto dolorosa. Vengono usati un bisturi, forbici speciali o un cappio. Usando questi strumenti, una o entrambe le tonsille colpite vengono tagliate o estratte. Il mito è molto popolare tra la gente che il sangue scorre come un flusso - non è affatto così. Il sanguinamento è possibile se il paziente ha problemi di coagulazione del sangue o non ha seguito le raccomandazioni del medico in preparazione per l'operazione. Ma di solito il sangue si ferma quasi immediatamente, il medico usa il metodo dell'elettrocoagulazione per cauterizzare i vasi danneggiati.

Molti pazienti considerano questo metodo barbaro. Tuttavia, è considerato uno dei più efficaci - il punto focale dell'infezione viene rimosso immediatamente e completamente, il paziente non svilupperà mai più la tonsillite.

Contro di questo metodo:

  1. Guarigione della ferita abbastanza lunga, rischio di infezione.
  2. Dolore nel periodo postoperatorio.
  3. La tonsillite non è più un paziente, ma le vie aeree sono aperte a patologie quali faringiti, laringiti o bronchiti.
  4. Immunità locale temporaneamente ridotta. Per ripristinarlo ci vorrà un po 'di tempo e aiuti.

Tuttavia, l'escissione delle tonsille con un bisturi è ancora ampiamente praticata. Recentemente, il bisturi viene sempre più sostituito da un microdebrider, uno strumento speciale che ruota ad una frequenza fino a 6000 giri al minuto. Allo stesso tempo, il dolore è molto meno, ma è necessario più tempo per la completa rimozione delle tonsille. Ciò significa che sarà necessario iniettare più sostanza anestetica, che non è adatta a tutti i pazienti.

Metodo laser

Questo metodo ha una serie di vantaggi:

  1. la procedura richiede solo mezz'ora;
  2. l'anestesia generale non è richiesta - l'uso di anestetici locali è sufficiente;
  3. solo i tessuti interessati vengono rimossi, mentre i capillari vengono immediatamente bruciati, il che riduce a zero il rischio di sanguinamento.

Le ghiandole laser possono causare ustioni delle membrane mucose se il medico non ha esperienza. Ma questo non è un effetto collaterale obbligatorio. Vengono utilizzati diversi tipi di raggi: infrarossi, olmio, carbonio, fibra ottica. Con l'aiuto di un laser, viene eseguita anche l'ablazione - la rimozione delle aree interessate delle tonsille o la cauterizzazione di piccoli focolai isolati di infezione.

Metodo di elettrocoagulazione e criodistruzione

Il vantaggio è che in una sessione i tessuti linfoidi colpiti vengono rimossi e le navi sono cauterizzate. Svantaggio: è necessario selezionare attentamente la potenza se è insufficiente, non sarà possibile elaborare il tessuto alla profondità desiderata la prima volta. E se eccessivo - il paziente riceverà ustioni della membrana mucosa, il periodo di guarigione sarà più lungo.

Durante la criodistruzione, i tessuti non sono cauterizzati, ma, al contrario, vengono congelati, quindi si estinguono e vengono respinti. L'operazione stessa è quasi indolore, l'anestesia locale è sufficiente per questo. Se esposti a temperature estremamente basse, i recettori nervosi sono bloccati e il paziente non fa male affatto. Ma dopo l'operazione, è possibile una sindrome del dolore sufficientemente forte. Un altro inconveniente è che è necessario monitorare attentamente le condizioni della gola durante il periodo di rigetto del tessuto morto e trattare regolarmente la mucosa con preparati antisettici.

I bambini soffrono di una tale procedura, quindi questo metodo non è molto popolare in pediatria. Inoltre, tutti i tessuti interessati non vengono sempre rifiutati e l'operazione deve essere ripetuta.

Metodo del plasma liquido

L'operazione è abbastanza complicata e richiede un alto livello di qualifica e molta esperienza del medico che la conduce. Viene utilizzato un coblatore, uno strumento che plasma un plasma utilizzando un campo magnetico direzionale. Il medico determina la tensione richiesta, il tessuto riscalda fino a una certa temperatura e inizia a decomporsi in anidride carbonica, sostanze a basso peso molecolare contenenti azoto e acqua. L'operazione viene eseguita in anestesia generale, se il chirurgo è abbastanza esperto, le tonsille saranno rimosse con molta attenzione, senza sanguinamento e dolore.

Allo stesso modo, le tonsille vengono rimosse con un bisturi ad ultrasuoni. I tessuti vengono riscaldati ad una temperatura di 80 gradi Celsius usando le alte frequenze, vengono efficacemente rimossi e immediatamente bruciati.

In quali casi le tonsille non vengono rimosse.

Esistono controindicazioni assolute e temporanee per la tonsillectomia. all'assoluto includono:

  • qualsiasi neoplasia;
  • patologie del sistema ematopoietico in cui viene disturbata la coagulazione del sangue;
  • diabete mellito secondo il primo tipo e diabete mellito scompensato secondo il secondo tipo;
  • malattie del sistema cardiovascolare nella fase di scompenso;
  • tubercolosi attiva e patologia polmonare scompensata.

Le controindicazioni relative sono una condizione temporanea del paziente, dopo la normalizzazione di cui è possibile l'operazione. Le controindicazioni temporanee comprendono varie malattie infettive o croniche in forma acuta (sinusite, faringite, bronchite, rinite, ecc.), La gravidanza e il periodo dell'allattamento al seno.

Conseguenze e possibili complicazioni

Tagliare le tonsille è un intervento semplice, ma comunque chirurgico. E non sarà per niente senza conseguenze. Dopo la tonsillectomia, è necessario prepararsi per tali effetti collaterali:

  1. dolore alla gola, peggio durante la deglutizione;
  2. gonfiore della laringe, raucedine o raucedine. A volte per un po 'di tempo la voce può scomparire completamente;
  3. sanguinamento di intensità variabile;
  4. sviluppo di broncospasmi allergici.

La ferita alla gola è aperta alla penetrazione di qualsiasi infezione, perché dopo aver tagliato le tonsille, devi sempre bere gli antibiotici, altrimenti le complicazioni non possono essere evitate. Naturalmente, almeno una settimana è necessario attenersi a una dieta moderata: tutti i piatti devono essere di consistenza e temperatura in modo che la mucosa danneggiata non subisca ulteriori danni.

Le tonsille svolgono un ruolo importante nel sistema immunitario.

Se non lo fanno, ci vorrà del tempo perché il corpo si adatti alle nuove condizioni. La rimozione delle tonsille è un grande stress per lui. Ma d'altra parte, se le ghiandole sono costantemente infiammate ei loro tessuti diventano necrotici, è meglio tagliarli.

Per evitare complicazioni e gravi effetti collaterali, se si raccomanda di tagliare le tonsille, la loro rimozione dovrebbe essere affidata solo a uno specialista qualificato in una buona clinica. Molto dipende dal paziente: dovresti prepararti per l'operazione e dopo di ciò dovresti seguire tutte le raccomandazioni del medico.

Strumento di rimozione delle tonsille

Scritto da admin

Metodi moderni di rimozione delle tonsille

Sommario:

Esistono molti metodi di tonsillectomia e solo un medico può scegliere il più adatto.

Asportazione chirurgica

Questo è un metodo classico di rimozione in cui è possibile applicare un bisturi, forbici o cappio. L'operazione viene eseguita in anestesia generale e consente di eliminare definitivamente la fonte dell'infezione. Il sanguinamento viene fermato dall'elettrocoagulazione.

Questa procedura è considerata abbastanza radicale, nel corso della guarigione si osserva una sindrome da dolore moderata. Allo stesso tempo, il rischio di ricorrenza di tonsillite cronica è ridotto al minimo.

Tuttavia, dobbiamo tenere a mente che la rimozione completa delle tonsille porta a una diminuzione dell'immunità locale, e questo può portare allo sviluppo di faringite, bronchite e laringite. Inoltre, aumenta la probabilità di reazioni allergiche alle vie respiratorie.

elettrocauterizzazione

Durante questa procedura, la cauterizzazione delle tonsille con una corrente elettrica. Il principale vantaggio del metodo è che è caratterizzato da un lieve sanguinamento postoperatorio rispetto al metodo classico di rimozione.

Tuttavia, nel corso della ricerca è stato scoperto che l'esposizione alle alte temperature provoca danni ai tessuti circostanti, e questo è irto di alto disagio nel periodo postoperatorio.

Rimozione con un bisturi ad ultrasuoni

Questa procedura comporta la rimozione delle tonsille usando un bisturi ad ultrasuoni. La lama di questo strumento vibra ad una frequenza di circa giri al secondo sotto l'influenza dell'energia ultrasonica. Oltre a rimuovere le tonsille, questo dispositivo consente di interrompere il sanguinamento.

La temperatura dell'impatto sul tessuto raggiunge 80 gradi. Dopo l'operazione, rimane una sutura pulita nella tonsilla e, a causa dell'uso di una temperatura relativamente bassa, è possibile prevenire danni ai tessuti sani.

cryolysis

La rimozione delle tonsille con azoto liquido o criodistruzione viene effettuata congelando il tessuto linfoide. Poiché il congelamento causa il blocco dei recettori del dolore, tutte le manipolazioni sono eseguite in anestesia locale.

Tuttavia, le revisioni di questa procedura confermano il fatto che il periodo postoperatorio è caratterizzato da un aumento del dolore.

Inoltre, il risultato ottenuto con questo metodo non è sempre sufficientemente radicale e quindi potrebbe essere necessario un nuovo intervento.

Poiché il rigetto del tessuto congelato richiede un certo tempo, è necessaria un'attenta cura antisettica della mucosa.

Tonsillectomia a onde radio

Questo è un metodo molto efficace e sicuro, che consente di rimuovere solo le aree danneggiate delle tonsille, senza toccare aree sane. I vantaggi della rimozione del metodo delle onde radio sono un piccolo trauma, la minima quantità di dolore, nessun sanguinamento.

Le revisioni della rimozione delle tonsille usando il metodo delle onde radio indicano che la ferita guarisce molto rapidamente e non presenta cicatrici ruvide. L'impatto sul tessuto avviene senza distruggere le cellule e la dissezione è dovuta al calore che si forma a causa della resistenza delle cellule alla corrente ad alta frequenza.

La procedura per la rimozione delle tonsille con il metodo delle onde radio non richiede più di trenta minuti, mentre la chirurgia richiede circa un'ora e mezza. Grazie alla capacità delle onde radio di coagulare i piccoli vasi, è possibile rendere l'operazione completamente esangue.

Rimozione laser

Esistono diversi tipi di laser che possono essere utilizzati per rimuovere le tonsille. Se la maggior parte dei tessuti linfoidi è interessata, viene utilizzato un laser a fibre ottiche. Nel caso in cui l'attenzione sia concentrata sull'amigdala e i tessuti circostanti sono sani, viene utilizzato un laser al olmio.

Lo strumento a infrarossi consente non solo il taglio, ma anche il collegamento dei tessuti, e un laser ad anidride carbonica agisce sull'amigdala, eliminando le infezioni e riducendone le dimensioni.

Allo stesso tempo, i metodi laser utilizzati per rimuovere le tonsille hanno alcune limitazioni, tra cui il diabete mellito, la fase attiva della tubercolosi, le mestruazioni, la SARS, la gravidanza, l'emofilia.

Metodo al plasma liquido

I metodi moderni usati per rimuovere le tonsille includono l'uso della cobilazione. La base di questo metodo risiede nella differenza dei potenziali elettrici, che provoca la ionizzazione del liquido elettricamente conduttivo. Il risultato è un plasma che circonda l'elettrodo attivo. L'energia risultante consente di distruggere le macromolecole organiche su componenti a basso peso molecolare.

Durante questa procedura, la temperatura con cui viene trattato il tessuto non supera i 60 gradi. È caratterizzato da minima invasività e basso rischio di sanguinamento. Inoltre, la rimozione delle tonsille con il metodo del plasma freddo è accompagnata da lievi sensazioni di dolore.

Rimozione usando microdebrider

Durante questa procedura, uno strumento rotante viene utilizzato per asportare le tonsille, che taglia i tessuti molli. Include un catetere o un tubo collegato al tubo di aspirazione e al pedale.

Il vantaggio di questo metodo è che può essere utilizzato per l'escissione parziale delle tonsille. È possibile rimuovere una parte del tessuto che impedisce la respirazione completa e, allo stesso tempo, salvare la capsula dell'amigdala, che è una protezione contro infiammazioni, infezioni e danni.

Recensioni di questa tecnica indicano che è accompagnato da dolore minore, rapido recupero e un piccolo numero di conseguenze. Tuttavia, questo metodo è raccomandato solo per ridurre le dimensioni delle tonsille, mentre non è adatto per il trattamento delle infezioni croniche.

I metodi moderni, utilizzati per rimuovere le tonsille, riducono al minimo il numero di effetti collaterali. Sono praticamente indolori e non sono associati al rischio di sanguinamento. Tuttavia, il medico dovrebbe scegliere il metodo più efficace, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente.

Devo rimuovere le tonsille? Questa domanda viene posta dai presentatori e dagli eroi dello show televisivo "Tutto andrà bene"

Strumento di rimozione delle tonsille

Ricerca sulle cellule staminali, organi stampati in 3D e virus geneticamente modificati - viviamo in un mondo che i nostri antenati non potevano neppure immaginare. Ci siamo dimenticati di come dimensioni mostruose si gonfiarono piccole, in tempi moderni, problemi, prima dell'invenzione dell'anestesia. E la vista degli strumenti medici era orribile:

In sostanza, è una motosega, ma era intesa solo per tagliare non alberi. Inizialmente, questo strumento, inventato da Bernhard Heine 1830, è stato utilizzato in trapanazione, e più tardi ha cominciato a utilizzare diverse varianti di amputazione degli arti e la chirurgia anche dentale.

Strumento per allungare l'uretra

Quando l'uretra si contrae così tanto che il paziente maschio non riesce a scrivere correttamente, i medici ricorrono all'uso di questo strumento. È stato inserito nell'uretra attraverso la punta del pene verso il sito del problema.

Quindi la vite sul manico è stata ruotata per separare i due elementi ed espandere il canale il più possibile, spesso strappando il tessuto. E il sangue versato era considerato un buon segno.

Incubatori di pidocchi

Questo non è uno strumento medico, tuttavia abbiamo incluso questo elemento nella nostra lista perché ha contribuito a creare un vaccino e salvare molte vite.

Durante le guerre, le malattie hanno richiesto più vite rispetto a, in realtà, combattendo. Il tifo epidemia potrebbe tagliare l'intero esercito, per non parlare delle aree urbane povere dove un gran numero di persone rannicchiata in piccole stanze e condizioni antigieniche prevalso.

La malattia è trasferito pidocchi, da cui non c'è scampo fino alle 20-zioni del secolo scorso, quando il Professor Rudolf Wagle inventato un metodo per ottenere un vaccino efficace. I pidocchi sono appositamente coltivate, si nutrono di sangue di persone che sono stati chiamati i "capifamiglia" - per questo i parassiti delle cellule erano attaccati alle gambe o ai fianchi. I pidocchi adulti sono stati infettati, quindi tagliati e è stato creato un vaccino.

Tonsil ghigliottina

Prima dell'avvento degli antibiotici, qualsiasi infezione che fosse la più innocua a nostro parere poteva portare a conseguenze tragiche. Per curare tonsillite ed evitare complicazioni associate come peritonsillare (o purulenta tonsilliti), ed è stato inventato da questo dispositivo.

Il dottore trapassò l'amigdala con una forchetta e tagliò la lama a ghigliottina. Questo dispositivo si rivelò un grande sollievo per i medici, perché prima dovevano strisciare nella bocca del paziente con le dita e spesso soffrivano di morsi.

Il trattamento più popolare per le emorroidi è stata la rimozione delle aree danneggiate. Questo strumento compresso emorroidi esterne per fermare il flusso di sangue. Tessuto danneggiato a causa del bianco e morto. Le emorroidi interne sono state pescate per la prima volta utilizzando ganci speciali, e poi le hanno bruciate o tagliate con le forbici.

Le pietre nella vescica sono sempre state un problema comune, soprattutto tra le famiglie povere, nella dieta che includeva una quantità insufficiente di proteine.

In questi casi, i medici di solito facevano un'incisione all'inguine per raggiungere la vescica. E qui arrivò il turno della litotomia. Lo strumento è stato dotato di due lame contigue che apparivano al momento giusto della guaina di guida, ed espandere un'incisione della base della vescica. Quindi il chirurgo prese un forcipe chirurgico e cercò di estrarre i sassi che, una volta esaminati, tentarono di tastare il muro del retto.

Non volendo prolungare l'agonia dei loro pazienti nell'era pre-anestetica, i medici hanno cercato di mantenere entro cinque minuti.

Ciclo di rimozione del tessuto

Per rimuovere le emorroidi e altre neoplasie - tumori, polipi, cisti, ecc., È stato usato un tale strumento. A volte il cappio alla fine era dotato di denti affilati, a volte era un filo ordinario, il cui scopo principale non era tanto tagliare quanto bloccare il flusso di sangue. Non appena il ciclo è stato sulla base della neoplasia, il medico ha iniziato a stringere la vite, stringendola sempre di più. Strumenti simili sono stati usati dai veterinari per castrare il bestiame.

Dal momento che l'igiene orale era al livello più primitivo, e le vere cause della carie e malattie gengivali persone hanno una vaga idea, un mal di denti tormentato i nostri antenati spesso. Nella speranza di alleggerirla, corsero da un dottore o, nel peggiore dei casi, da un parrucchiere locale.

Prima dell'invenzione della chiave dentale all'inizio del XVIII secolo, la rimozione dei denti avveniva con l'aiuto della forza bruta. E se il dente si è rotto durante l'operazione, il medico ha estratto la radice insieme a un pezzo di gomma con uno scalpello di osso.

chiave Dental consente di catturare e tenere premuto il dente dolorante, e poi, scuotendo e torsione, tira fuori delle gengive - tutto, naturalmente, senza anestesia. Non sorprende che le persone abbiano provato a sopportare un mal di denti fino all'ultimo.

Informazioni su questa rivista

  • Prezzo di alloggio
  • Capitale sociale
  • In amici a 2 500+
  • Durata 10 ore
  • Scommesse minime
  • regole
  • Visualizza tutte le offerte promozionali

Quindi, tuttavia, ha usato il verbo "tirare fuori".

tonsillectomia

L'indicazione per lei è la tonsillite cronica. Strumenti necessari per tonsillectomia: spatola, bisturi, emostatico Kocher, emostatico Kocher emostatico lungo curvo senza denti, forbici Cooper, raspa bilaterale, turbinotome fenestrate siringa 5 ml con aghi lunghi, vestiti clip, bacino reniformi, ciclo per ciclo di taglio tonsillare o nasale, garza e batuffoli di cotone.

Sul tavolo strumentale la sorella mette tazze con soluzioni antidolorifici:

a) con una soluzione al 2% di dikain per la lubrificazione della membrana mucosa della radice della lingua, archi palatine;

b) con una soluzione all'1% di novocaina.

Di solito, la tonsillectomia viene eseguita in posizione seduta su una sedia speciale, in anestesia locale. A volte è prodotto in anestesia intratracheale, e poi nella lista degli strumenti include anche un dilatatore speciale per bocca; preparare l'elettromotore. La testa del paziente e la parte superiore del corpo sono coperti con teli sterili accuratamente nelle sue mani è dato bacino reniform per sputo durante l'operazione di saliva e sangue; gli aghi per l'anestesia sorella cravatte di seta lunghezza della filettatura di 35-40 cm. Nel corso dell'operazione una sorella fornisce gli strumenti necessari, e alla fine si sta preparando anche una speciale serie di strumenti e bende per fermare l'eventuale sanguinamento postoperatorio. La vasca rettangolare verniciato con un coperchio, mette la spatola, pinze nasali, lunghe hemostats con i denti e senza denti, 2 pinzette Kulikovskii ago con un lungo filo di seta, grandi pinzette anatomiche, catgut legatura, palle garza e cotone, spugna emostatica, garza. Questo set messo sul comodino del paziente.

Come vengono rimosse le tonsille negli adulti?

La tonsillectomia è un intervento chirurgico in cui si verifica la rimozione parziale o totale delle tonsille (ghiandole). Intervento chirurgico per rimuovere il tonsille viene effettuata ad un mal di gola ricorrente privato, ostruzione delle vie aeree, ascesso peritonsillare, i cambiamenti in tessuti lymphadenoid morfologia, ecc

L'intervento chirurgico viene utilizzato solo se il trattamento conservativo delle malattie otorinolaringoiatriche allergiche è inefficace. Le tonsille palatine svolgono una funzione protettiva, grazie alla loro capacità di distruggere i patogeni che entrano nell'orofaringe con aria o cibo. Ma come risultato di una diminuzione della reattività dell'organismo, i patogeni sono localizzati nelle formazioni di linfadenoidi. Quando la cronicizzazione dei processi infiammatori avviene la distruzione degli organi appaiati, che è una delle principali indicazioni per la tonsillectomia.

Poco sulla struttura delle tonsille

Tonsille o tonsille palatine - macchiate di lacune (cripte) e gli organi del follicolo coppia, che si trovano sulla parte posteriore della gola. In assenza di processi patologici, vengono prodotti macrofagi, plasmacellule, linfociti T e altri tipi di cellule di difesa. Nel caso di angina eliminano microbi patogeni e virus, che porta alla formazione di essudato purulento nelle cripte e follicoli.

Quando i processi catarrali hronitizatsii flora patogena penetra tessuto che conduce alla sconfitta di grandi vasi sanguigni, ghiandole salivari, gola e fibre okolomindalikovoy mucose. Nel caso di penetrazione di masse purulente in tonsille capsula che circonda l'infiammazione dei tessuti si verifica, causando peritonsillare. La rimozione tardiva delle ghiandole può causare gravi complicazioni, vale a dire:

Dovrebbe essere chiaro che la rimozione degli organi accoppiati porta inevitabilmente a una diminuzione dell'immunità locale.

Ma se il tempo non elimina i focolai di localizzazione delle masse purulente, può essere fatale.

Indicazioni per la chirurgia

Quando devo rimuovere le tonsille? L'intervento chirurgico è un modo radicale per prevenire gravi conseguenze dopo un mal di gola. La fattibilità dell'operazione è determinata solo da uno specialista dopo la faringoscopia. Le ghiandole hanno una funzione ematopoietica e protettiva, quindi la loro rimozione influisce sulla reattività del corpo.

In caso di un corso complicato di una patologia ORL, non è sempre possibile interrompere l'infiammazione con l'aiuto di una terapia conservativa. Indicazioni dirette per la chirurgia sono:

  • avvelenamento del sangue (sepsi);
  • frequenti recidive di tonsillite;
  • degenerazione delle formazioni linfadenoidi;
  • blocco e infiammazione della vena d'orzo;
  • rilevamento di streptococco beta-emolitico nelle tonsille.

L'infezione da streptococco porta allo sviluppo di gravi complicazioni sistemiche: pericardite, meningite, miocardite, pielonefrite, ecc.

Spesso, la rimozione delle tonsille negli adulti viene eseguita in presenza di reazioni allergiche agli antibiotici. Nel 95% dei casi, i patogeni della tonsillite sono batteri, in particolare streptococchi e stafilococchi. Come parte del passaggio della terapia etiotropica, sono necessari antibiotici a base di penicillina e cefalosporine per la loro distruzione. In presenza di un'allergia ai farmaci, il trattamento viene effettuato con l'aiuto di sulfonamidi, tuttavia hanno uno spettro ristretto di azione, pertanto il trattamento farmacologico può essere inefficace.

Tipi di tonsillectomia

Quali sono i modi per rimuovere le tonsille? A seconda del grado di danneggiamento del tessuto linfadenoide, viene eseguita l'escissione parziale o completa delle tonsille. Esistono più di 10 metodi moderni di tonsillectomia, con l'aiuto dei quali è possibile ridurre al minimo le lesioni dei tessuti molli. Questi includono:

  • tonsillectomia extracapsulare;
  • ablazione con radiofrequenza;
  • saldatura termica;
  • coburazione (ablazione bipolare);
  • rimozione del microdebrider;
  • ablazione laser.

Il taglio delle tonsille (escissione parziale delle ghiandole) è un metodo di tonsillectomia delicato che viene utilizzato in assenza di infiammazione diffusa nei tessuti linfadenoidi. Con il completamento positivo del corso di riabilitazione postoperatoria, il funzionamento delle tonsille viene ripristinato.

Tonsillectomia classica

Una classica operazione per rimuovere le tonsille viene eseguita con un'ansa e un bisturi. La procedura per l'escissione delle ghiandole viene eseguita in anestesia generale, che è causata dalla presenza di un gran numero di terminazioni nervose nel tessuto linfadenoide. Il metodo extracapsulare è tra i più traumatici, quindi dopo l'intervento il paziente deve essere ricoverato in ospedale sotto la supervisione dei medici per 5-7 giorni.

Il rischio di sviluppare faringite, laringite e laringotracheite aumenta di 3 volte dopo aver subito la tonsillectomia, che è dovuta a una diminuzione della reattività dell'organismo.

L'escissione meccanica degli organi appaiati viene eseguita solo in presenza di gravi complicanze post-infettive, in particolare ascessi di flemmone e peritonsillare. Per interrompere il sanguinamento, gli esperti usano l'elettrocoagulazione, che consente di accelerare il processo di rigenerazione dei tessuti danneggiati. Il taglio delle ghiandole impedisce ulteriori recidive di tonsillite cronica, tuttavia, porta a una diminuzione dell'immunità umorale e locale.

Rimozione di ghiandole mediante microdebrider

Un microdebrider è uno strumento medico a testina rotante che viene utilizzato per l'escissione parziale di formazioni di linfadenoidi. La resezione parziale rimuove solo una parte degli organi accoppiati che interferiscono con la normale respirazione. Il taglio delle ghiandole comporta la conservazione della capsula delle tonsille, in modo che non ci sia diminuzione dell'immunità locale.

Al fine di ridurre il dolore nel periodo postoperatorio, ai pazienti vengono prescritti farmaci non steroidei di azione antiflogistica e anestetica.

Durante la procedura, la lama affilata dello strumento, ruotando ad una velocità di 6000 rpm, taglia il tessuto in eccesso, che viene immediatamente aspirato utilizzando una pompa a vuoto.

Ectomy microdebrider utilizzato esclusivamente quando necessario per ridurre le dimensioni delle tonsille.

Koblatsiya

Cobalto: rimozione delle tonsille con un apparecchio al plasma freddo che converte l'elettricità in un flusso di plasma. Un coblator consiste di due elettrodi tra i quali viene creata una differenza di potenziale. Quando le tonsille palatine vengono trattate con elettrolita (soluzione salina), si verifica un potente flusso di ioni tra l'anodo e il catodo, con cui i tessuti molli vengono asportati.

Come vengono rimosse le tonsille del coblatore? Prima dell'intervento, la mucosa della gola e il tessuto linfadenoide vengono trattati con anestetico. Dopo il torpore, le tonsille vengono afferrate con una pinza di metallo e esposte al flusso di ioni. Sotto l'azione del tessuto plasmatico si rompe in composti azotati, acqua e anidride carbonica (anidride carbonica).

Gli ovvi vantaggi del funzionamento a plasma freddo includono:

  • leggera perdita di sangue;
  • danno tissutale minimo;
  • mancanza di superfici aperte della ferita;
  • rapida guarigione della mucosa;
  • mancanza di necrosi tessutale.

È importante! Non è possibile ricorrere all'asportazione plasmatica a freddo delle ghiandole in patologie cardiovascolari, scompenso del diabete e disturbi omeostatici.

Ablazione laser

L'ablazione laser si riferisce a una procedura chirurgica per "evaporazione" di formazioni di linfadenoidi da un flusso di radiazione monocromatico, strettamente diretto. A causa dell'effetto di sinterizzazione, le tonsille vengono rimosse senza quasi perdita di sangue, il che elimina la necessità per il paziente di rimanere in ospedale per un lungo periodo di tempo. La procedura richiede un massimo di 15 minuti e raramente provoca complicazioni.

Il vantaggio dell'ablazione laser è l'assenza del rischio di anemia sideropenica post-emorragica.

L'operazione viene eseguita in anestesia locale, che riduce al minimo la probabilità di reazioni allergiche e shock anafilattico. La rimozione delle tonsille non richiede una preparazione speciale del paziente, quindi nella maggior parte dei casi viene eseguita su base ambulatoriale. Tuttavia, va notato che il raggio laser porta alla necrosi della membrana mucosa, pertanto il tessuto linfadenoide viene parzialmente rimosso.

Saldatura termica

Saldatura termica - procedura per l'escissione di formazioni di linfadenoidi mediante laser a infrarossi. Durante la terapia, la temperatura del tessuto circostante aumenta di soli 2-3 gradi, il che elimina la probabilità di necrosi tissutale. L'assenza pratica di dolore consente manipolazioni chirurgiche in anestesia locale.

Per prevenire lo sviluppo di infezioni, è consigliabile fare dei gargarismi con soluzioni antisettiche per giorni dopo l'operazione.

Va notato che per la rimozione radicale delle ghiandole, è necessario eseguire da 5 a 7 procedure per il trattamento dei tessuti linfadenoidi con un laser IR. Il vantaggio del metodo è l'assenza di perdita di sangue e gonfiore della mucosa faringea. Per questo motivo, la saldatura termica viene spesso utilizzata per l'escissione parziale delle tonsille, non solo negli adulti ma anche nei bambini.

Ablazione con radiofrequenza

La resezione a radiofrequenza delle tonsille consiste nella lavorazione di tessuti molli di energia termica convertiti da onde radio.

Durante la procedura, viene introdotta una sonda nel corpo, che comunica con un generatore di radiofrequenza.

Entro poche settimane dopo l'ablazione, le tonsille guariscono e si restringono.

Di norma, la rimozione radicale delle ghiandole negli adulti richiede una riabilitazione a lungo termine. A sua volta, il trattamento con onde radio degli organi interessati non richiede un trattamento postoperatorio.

Il metodo è utilizzato esclusivamente per ridurre le dimensioni delle tonsille. Se è necessario eliminare gravi complicanze post-infettive o tonsillite cronica, l'ablazione con radiofrequenza non viene utilizzata.

Possibili conseguenze

Nel 96% dei casi, la resezione delle ghiandole termina con successo e non causa gravi complicanze. In rari casi, dopo l'intervento, ci sono conseguenze negative dovute al mancato rispetto delle regole del ciclo di trattamento riabilitativo. In circa il 2% dei pazienti operati si osservano processi infettivi che possono portare all'ascesso della mucosa orofaringea.

Va notato che il rischio di processi infettivi e infiammatori aumenta in caso di indebolimento della difesa immunitaria. Ecco perché, dopo aver subito un trattamento chirurgico, è preferibile utilizzare immunostimolanti per aumentare la reattività del corpo. È severamente sconsigliato ricorrere a operazioni quando:

  • oncologia;
  • disturbi del sangue;
  • patologie cardiovascolari;
  • malattia polmonare;
  • tubercolosi aperta;
  • diabete;
  • la gravidanza;
  • esacerbazione di malattie croniche.

La rimozione radicale delle ghiandole influisce negativamente sull'immunità generale e locale, quindi, vale la pena ricorrere all'intervento chirurgico solo se ci sono serie complicazioni post-infettive.

Postato da: Huseynova Irada

Commenti e recensioni

Sarai anche interessato

Prezzi e prodotti effettivi

Il farmaco è fatto secondo la vecchia ricetta popolare. Scopri come è arrivato sullo stemma di Shenkursk.

Famose gocce per la prevenzione di malattie e aumento dell'immunità.

Tè monastico per le malattie otorinolaringoiatriche

Per la prevenzione e l'assistenza nel trattamento delle malattie della gola e naso prescrizione Scihihrimandrita George (Sawa).

Qualsiasi utilizzo di materiali dal sito è consentito solo con il consenso degli editori del portale e l'installazione di un link attivo alla fonte.

Le informazioni pubblicate sul sito sono destinate esclusivamente a scopi informativi e in nessun caso richiedono una diagnosi e un trattamento indipendenti. Per prendere decisioni informate sul trattamento e l'adozione di farmaci è necessario consultare un medico qualificato. Informazioni pubblicate sul sito, ottenute da fonti pubbliche. Per la sua accuratezza, i redattori del portale non sono responsabili.

Istruzione medica superiore, anestesista.

In quali casi vengono rimosse le tonsille: indicazioni per tonsillectomia, fasi e conseguenze dell'operazione

La maggior parte degli adulti e dei bambini soffre di angina ogni tre o cinque anni, ma esiste una categoria di pazienti con tre o più recidive all'anno. In molti casi, la vera domanda è: come rimuovere le tonsille e quanto è innocua questa operazione?

I medici moderni hanno dimostrato che le tonsille fanno parte del sistema immunitario umano, formano un anello protettivo a forma di linfadenoide. Parte del virus o dei batteri, provenienti dall'ambiente esterno, rimane sulla superficie delle ghiandole, i cui tessuti producono il numero necessario di leucociti per combattere l'infezione.

Gli otorinolaringoiatri esperti spiegano perché non è possibile rimuovere le tonsille senza una ragione sufficiente, specialmente nell'adolescenza. Il corpo viene mantenuto finché è efficiente e non ha un effetto tossico su altri sistemi. Una tonsilla sana è una potente barriera che impedisce alle infezioni di entrare nel corpo.

Ma negli adulti, l'operazione non è così significativa per l'immunità: le conseguenze delle tonsille non sono l'unica barriera per batteri o virus. Parte delle funzioni protettive delle tonsille ausiliarie ipoglossa e faringea si formano. Pertanto, coloro che hanno infiammato i tessuti ghiandolari non svolgono le loro funzioni dovrebbero sbarazzarsi della presenza di depositi purulenta nel corpo.

Quando è necessario rimuovere le tonsille e avere controindicazioni

Secondo i medici ENT, ci sono indicazioni incondizionate per la rimozione delle tonsille negli adulti e nei bambini. Gli esperti hanno sviluppato un elenco di fattori che indicano la necessità di un intervento chirurgico:

  • Mal di gola persistente - 3-4 malattie all'anno. Di conseguenza - la formazione di ulcere nei tessuti e la costante infezione del corpo.
  • Le ghiandole tissutali sono modificate, sciolte, il corpo non svolge più una funzione protettiva.
  • Le tonsille crescono, rendono difficile respirare.
  • Il trattamento tradizionale con antisettici e agenti antibatterici non porta il risultato atteso.
  • Il verificarsi di complicanze: possibili fallimenti del ritmo cardiaco, patologie nel lavoro dei reni - insufficienza renale, manifestazioni reumatoidi nelle articolazioni.

L'età del paziente a cui è stato offerto un intervento chirurgico varia in modo significativo: può essere un bambino, un adolescente o già un paziente adulto. E tutti i visitatori della chirurgia ORL, affetti da angina, dovrebbero essere chiariti: in quali casi le tonsille vengono necessariamente rimosse.

Possibili due forme di trattamento chirurgico:

  • Tonsillotomia: la parte ipertrofica delle tonsille viene rimossa. Questo metodo sarà razionale per coloro che hanno controindicazioni alla completa rimozione dell'organo. È impossibile rimuovere completamente le tonsille in diverse forme di aterosclerosi, insufficienza del sistema insulare del pancreas. In questi casi, una soluzione parziale al problema sarà salutare.
  • La tonsillectomia comporta la rimozione completa di una tonsilla purulenta e sciolta con una capsula. In questo caso, rimuove la fonte interna di infiammazione, producendo batteri, riduce il carico sul corpo.

Esistono numerose controindicazioni temporanee in cui l'operazione può essere posticipata:

  • Il periodo acuto di comparsa di ARVI o ORZ.
  • Carie, parodontite nella fase acuta.
  • Il periodo di gravidanza e allattamento.
  • Esacerbazioni di malattie reumatiche croniche, malfunzionamento del sistema cardiovascolare, tubercolosi. Chirurgia estremamente indesiderabile per chi soffre di diabete, ipertensione grave.

In questi casi, ha senso arrestare condizioni acute e posticipare l'operazione per diverse settimane. Le madri in gravidanza o in allattamento e l'urgenza dell'intervento sono determinate dalla commissione medica.

Metodi di rimozione della ghiandola: vantaggi e svantaggi

Più di recente, c'era solo un modo per eseguire un'operazione, ma oggi ci sono diverse opzioni per la tonsillectomia. Il medico sceglie la tecnica necessaria, valutando le caratteristiche della malattia e le reazioni del corpo del paziente:

  • Il metodo tradizionale che utilizza uno strumento chirurgico è spesso richiesto per la categoria di pazienti adulti che non hanno altre malattie croniche. Il suo vantaggio è l'escissione completa dei tessuti problematici, la maggior parte degli otorinolaringoiatri ha una vasta esperienza nello svolgimento di tali operazioni meccaniche.
  • Il principale svantaggio di tale rimozione è la riabilitazione a lungo termine, che è problematica per le persone con scarsa guarigione. L'anestesia locale viene utilizzata - negli adulti è lidocaina e l'iniezione di un farmaco sedativo viene somministrata un minuto prima dell'operazione. Il viso è coperto da un panno sterile, lasciando libera la cavità orale e vengono eseguite le necessarie manipolazioni. Tempo trascorso - minuti.
  • Utilizzare un raggio laser o congelare con azoto liquido. Tali tecniche sono particolarmente apprezzate in presenza di processi necrotici locali. Quando l'escissione dei tessuti mediante l'operazione laser richiede alcuni minuti, non c'è un forte gonfiore. Ma sono possibili ustioni concomitanti della mucosa adiacente alle ghiandole. Quando si usa l'azoto, la tonsillotomia è più comune: la parte trattata delle tonsille si spegne e può essere tagliata quasi senza dolore.
  • Modo innovativo: l'uso degli ultrasuoni. Questa è un'eccellente opportunità per tagliare rapidamente le tonsille con una capsula usando un bisturi ad ultrasuoni con una temperatura di circa 80 °. Ma una tale soluzione è inaccettabile per i pazienti con scarsa coagulazione del sangue.
  • Raramente usato, incluso solo nel metodo della storia della medicina - la fiaschetta. Le tonsille vengono rimosse con un coltello bipolare a radiofrequenza direzionale. Il vantaggio è l'universalità della tecnica: in questo modo è possibile rimuovere l'intera ghiandola o parte di essa. Ma per eseguire queste manipolazioni può essere solo in anestesia generale.

Ogni metodo sarà ottimale in casi considerati separatamente. Prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto ad un esame completo e il medico spiegherà in dettaglio come vengono rimosse le tonsille.

Preparazione per il periodo di chirurgia e riabilitazione

La rimozione parziale delle ghiandole è caratteristica di bambini e adolescenti o in caso di localizzazione pronunciata dell'infiammazione negli adulti. Quando è necessario rimuovere completamente le tonsille, al paziente viene prescritto un esame completo. Analisi obbligatorie - determinazione del numero di piastrine responsabili della coagulazione del sangue. Dopo aver ricevuto risultati positivi, viene stabilito il giorno dell'operazione.

Raccomandazioni generali dei medici riguardo al tempo prima della tonsillectomia:

  • Per 6 ore è necessario andare in modalità di inedia: l'assunzione di cibi e succhi è esclusa.
  • Per 4 ore non puoi bere acqua.
  • Non dovresti assumere sedativi o tranquillanti.

Nel normale corso dell'intervento chirurgico per rimuovere le ghiandole con un laser o un'ecografia, il paziente viene trattato in regime ambulatoriale. In altri casi, il paziente viene lasciato in ospedale per diversi giorni, a seconda del tipo di intervento chirurgico e del periodo postoperatorio.

Nei primi giorni del periodo di riabilitazione, vengono mostrate iniezioni di analgesici e antibiotici. Il film biancastro apparso copre le superfici della ferita, i gargarismi sono vietati fino a quando le ferite non guariscono.

Dopo ogni tipo di intervento chirurgico, il paziente deve osservare le modalità:

  • Limita l'attività vocale.
  • Proteggiti dall'inalazione di aria gelida o calda.
  • Si consiglia di utilizzare solo cibi morbidi o zuppe frullate.
  • Regime di bere ogni giorno -2 litri di liquido caldo.
  • Non fare bagni caldi che aumentano il rischio di sanguinamento.

La guarigione completa della ferita avviene entro un mese dall'intervento. Dopo un giorno, il tessuto cicatriziale appare sulla ferita chirurgica, che viene gradualmente coperta da una mucosa sana.

Se si ignorano le regole del comportamento postoperatorio, le possibili complicanze: la ripresa del sanguinamento durante i primi giorni di riabilitazione, dolore prolungato.

Rimozione della ghiandola: indicazioni, metodi di rimozione

La rimozione della ghiandola (tonsillectomia) è un'operazione che è stata eseguita nell'antica Roma. Conferma della menzione del progresso dell'operazione nelle opere di Cornelio Celso, che visse all'inizio della nostra era. E sebbene siano trascorsi centinaia di anni da allora, l'operazione non ha perso la sua rilevanza e viene ora svolta ovunque.

Indicazioni per la rimozione delle tonsille

Le tonsille sono un piccolo organo che è un accumulo di tessuto linfoide tra le arcate palatine. Le tonsille del popolo sono spesso chiamate ghiandole. Lo scopo di questo corpo è proteggere il corpo dai microrganismi che penetrano dall'esterno con aria e cibo. Le tonsille hanno una struttura porosa e sono foderate con scanalature - lacune.

Tuttavia, in determinate circostanze, le tonsille non sono in grado di svolgere pienamente la loro funzione protettiva e persino di diventare un focolaio di infezione cronica. In questo caso, il medico può considerare l'opzione di rimuovere le tonsille dal paziente. Quali sono le principali indicazioni per la rimozione delle tonsille?

  1. Ripetute forti mal di gola;
  2. L'inefficacia del trattamento conservativo della tonsillite cronica;
  3. Malattie causate da angina (cardiopatia reumatica, glomerulonefrite, poliartrite, ecc.);
  4. Ascesso e flemmone paratazillari, formati sullo sfondo di tonsillite cronica;
  5. Chroniosepsi tonsilogenico;
  6. Tonsille palatine ingrandite, che rende difficile deglutire;
  7. Sindrome da apnea del sonno causata da un aumento delle tonsille e delle adenoidi.

Di solito, la tonsillectomia viene eseguita secondo il piano, durante la remissione della tonsillite. Ma in condizioni così pericolose come un ascesso faringeo e un flemmone, la chirurgia viene eseguita urgentemente sotto la copertura di farmaci antibatterici.

Controindicazioni

La tonsillectomia, come qualsiasi altra operazione, ha una serie di controindicazioni. Pertanto, in presenza di determinate condizioni patologiche, il medico decide sull'adeguatezza della tonsillectomia. Controindicazioni per tonsillectomia sono:

  • Malattie del sangue (leucemia, coagulazione del sangue);
  • Anomalie dei vasi faringei (aneurisma, angiodisplasia);
  • Grave malattia mentale;
  • Tubercolosi attiva;
  • Diabete mellito grave;
  • Malattie gravi di cuore, fegato, reni, polmoni nella fase di scompenso.

Ci sono anche controindicazioni relative, quando un'operazione può essere eseguita da un chirurgo solo in determinate condizioni. Tali controindicazioni includono malattie infettive acute, malattie infiammatorie acute degli organi interni, carie dentaria, ciclo mestruale, ipertensione.

Modi per rimuovere le tonsille

Indipendentemente dal metodo utilizzato per rimuovere le tonsille, il paziente deve sottoporsi a studi specifici. Questa definizione di gruppo sanguigno e fattore Rh, CBC, coagulazione del sangue, analisi delle urine. Se necessario, il chirurgo può anche riferire il paziente per la consultazione a specialisti ristretti, al fine di capire come l'operazione interesserà in presenza di una particolare malattia somatica.

Alcuni decenni fa, l'unico metodo per rimuovere le tonsille era chirurgico. Ora nell'arsenale dell'otorinolaringoiatra molti altri modi moderni.

Pertanto, la rimozione delle tonsille viene effettuata come segue:

  • Escissione chirurgica;
  • elettrocoagulazione;
  • Rimozione ultrasonica;
  • Rimozione mediante laser al carbonio;
  • Ablazione con radiofrequenza;
  • Rimozione mediante laser a infrarossi;
  • Rimozione di Microdebrider.

Asportazione chirurgica

La tonsillectomia viene eseguita in anestesia locale, meno spesso in anestesia intubazione. Al margine dell'arco palatino anteriore, il medico applica un'incisione arcuata, evidenzia il polo superiore dell'amigdala e lo afferra con una pinza. Quindi assegnare l'amigdala dello strumento al polo inferiore. La tonsilla separata viene rimossa da un'ansa chirurgica. Sui vasi sanguinanti imporre pinze e legature successive.

Dopo l'intervento, il paziente viene messo a letto sul fianco. In questo caso, il cuscino dovrebbe essere basso in modo che la persona non soffochi il muco o il sangue dalla ferita. È permesso bere da sei a otto ore, ma si può mangiare solo dopo un giorno. Allo stesso tempo nella dieta dovrebbe essere il cibo eccezionalmente morbida consistenza, non caldo. Il riposo a letto per il paziente deve essere osservato per tre giorni.

Lo svantaggio di questo metodo di rimozione delle tonsille è un grande trauma tissutale, oltre a un rischio significativo di complicanze postoperatorie. Queste complicazioni includono:

  • sanguinamento;
  • Phlegmon del collo;
  • Enfisema sottocutaneo;
  • Ematoma faringeo;
  • Glossite, stomatite, otite media acuta;
  • Paresi dei nervi cranici.

Ma il vantaggio principale è la capacità di rimuovere l'intera amigdala in un'unica operazione, a differenza di altri metodi, che potrebbero richiedere la ripetizione della manipolazione.

Rimozione elettrocoagulazione

Questo metodo di rimozione delle tonsille si basa sull'uso di corrente elettrica ad alta frequenza. L'elettrocoagulazione ha un effetto distruttivo sul tessuto delle tonsille e impedisce anche il sanguinamento durante l'intervento chirurgico, perché il sangue si coagula. Ma ancora questo metodo ha un innegabile inconveniente. Il fatto è che l'alta temperatura colpisce non solo il tessuto delle tonsille, ma anche il tessuto sano circostante, che può causare ustioni. Dopo l'intervento chirurgico si nota una guarigione dolorosa e prolungata dei tessuti molli danneggiati.

Rimozione di ultrasuoni

Questo metodo di rimozione è possibile attraverso l'uso di un bisturi ad ultrasuoni. L'effetto è dovuto alle oscillazioni ad alta frequenza del bisturi, a causa delle quali il tessuto viene tagliato. Anche sotto l'influenza di ultrasuoni si verifica coagulazione del sangue, a causa della quale l'operazione non è accompagnata da perdita di sangue. La temperatura del tessuto circostante durante la procedura raggiunge 80 gradi, che è significativamente inferiore rispetto all'elettrocoagulazione. Quindi, possiamo concludere che l'ecografia colpisce più delicatamente il tessuto sano circostante.

Ablazione con radiofrequenza

L'essenza di questo metodo è l'uso dell'energia delle onde radio, che viene convertita in calore. Proprietà simili ha l'apparato "Surgitron". La manipolazione viene eseguita in anestesia locale. Durante la procedura, una sonda viene inserita nel tessuto tonsillare attraverso il quale viene fornita la radiazione delle onde radio. Di conseguenza, il tessuto tonsillare è cicatrizzato per diverse settimane e si restringe. Cioè, l'amigdala non è completamente rimossa, ma solo diminuisce. L'ablazione con radiofrequenza è preferibile se le tonsille allargate impediscono a una persona di deglutire o causare apnea notturna.

Il metodo di ablazione con radiofrequenza presenta diversi vantaggi. Questo e la facilità della procedura e il minimo disagio dopo l'intervento. Il paziente non ha bisogno di essere in ospedale per diversi giorni dopo l'intervento chirurgico. Il metodo di ablazione a radiofrequenza è indicato come metodi ambulatoriali, il che significa che il paziente dopo la procedura può lasciare la stanza e andare in giro per la propria attività.

Rimozione del laser a infrarossi

Il laser a infrarossi ha un effetto dannoso e sinterizzante sui tessuti molli. La particolarità di questo metodo è che la temperatura dei tessuti sani circostanti aumenta solo di un paio di gradi, quindi l'effetto del laser su di essi è minimo. I vantaggi del metodo sono l'assenza di sanguinamento, edema e dolore minimo alla gola dopo la procedura.

Rimozione mediante laser al carbonio

Un laser al carbonio provoca l'evaporazione del tessuto tonsillare. Questo metodo consente non solo di ridurre i volumi dell'amigdala, ma anche di distruggere tutte le tasche esistenti in cui gli agenti patogeni si accumulano cronicamente.

La rimozione delle tonsille con un laser al carbonio viene eseguita su base ambulatoriale in anestesia locale e non richiede più di venti minuti. Il sanguinamento è estremamente raro. I pazienti notano che il dolore dopo l'intervento è minimo.

Rimozione Microdebrider

Un microdebreader è uno strumento con una lama all'estremità che ruota ad alta velocità. Il suo uso consente un'asportazione delicata e selettiva del tessuto tonsillare. Usando questo metodo, viene eseguita la rimozione incompleta delle tonsille, dal momento che la capsula viene conservata. Ma la tonsillectomia parziale non viene utilizzata in caso di infiammazione cronica delle tonsille. Il periodo postoperatorio è facilmente tollerato dal paziente, la sindrome del dolore è minimamente espressa.

La questione della necessità di rimuovere le tonsille è risolta individualmente. Vale la pena ricorrere a una tonsillectomia in presenza di indicazioni specifiche, e anche a un inefficienza del trattamento conservativo provato per nome.

Grigorov Valeria, commentatore medico

2,845 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

Record correlati
Labirintite: cause, sintomi, trattamento
Rinite allergica: prevenzione di possibili complicanze
Sfenoidite: sintomi e trattamento
  • Allergologia (43)
  • Andrologia (100)
  • Uncategorized (1)
  • Vascular Diseases (20)
  • Venereologia (62)
  • Gastroenterologia (148)
  • Ematologia (36)
  • Ginecologia (110)
  • Dermatologia (118)
  • Diagnostica (132)
  • Immunology (1)
  • Malattie infettive (133)
  • Infografica (1)
  • Cardiologia (55)
  • Cosmetologia (180)
  • Mammologia (14)
  • Madre e figlio (168)
  • Farmaci (292)
  • Neurologia (117)
  • Condizioni d'emergenza (82)
  • Oncologia (56)
  • Ortopedia e Traumatologia (107)
  • Otorinolaringoiatria (75)
  • Oftalmologia (42)
  • Parassitologia (31)
  • Pediatria (155)
  • Catering (382)
  • Chirurgia plastica (9)
  • Informazioni utili (1)
  • Proctologia (54)
  • Psichiatria (66)
  • Psicologia (27)
  • Pulmonology (57)
  • Reumatologia (27)
  • Sessuologia (24)
  • Odontoiatria (40)
  • Terapia (77)
  • Urologia (96)
  • Medicina di erbe (21)
  • Chirurgia (89)
  • Endocrinologia (96)

Le informazioni sono fornite solo a scopo informativo. Non automedicare. Ai primi segni della malattia, consultare un medico. Ci sono controindicazioni, la consultazione del dottore è necessaria. Il sito potrebbe contenere contenuti vietati per minori di 18 anni.

Lavaggio delle tonsille delle lacune

Lo sviluppo di patologie infiammatorie delle tonsille è spesso accompagnato dalla formazione di ingorghi stradali purulenti-casuali nelle depressioni del tessuto linfoide. Nel corso del decorso della malattia, i depositi di formaggio si addensano, aumentano e cominciano a causare disagio. Lavare le lacune delle tonsille è il modo migliore per un trattamento conservativo, rimuovendo il tappo.

Circa gli obiettivi e le caratteristiche della terapia

La procedura medica considerata è mirata non solo a ripulire le ghiandole dagli accumuli di formazioni purulente. Gli obiettivi di lavare le lacune delle tonsille sono anche:

  • arrestare lo sviluppo di colonie di agenti patogeni infettivi;
  • rimozione dello spasmo vascolare delle ghiandole;
  • riduzione del processo infiammatorio;
  • eliminazione delle sensazioni dolorose;
  • accelerazione del recupero.

Lavare i solchi nei grappoli di tessuto linfoide è indicato non solo per gli adulti, ma anche per i piccoli pazienti. Il metodo è riconosciuto come un mezzo molto efficace per prevenire:

  1. Faringite cronica Il raid viene rimosso con l'aiuto di decotti di erbe.
  2. Ascesso paratonsillare. Le ghiandole vengono lavate con antisettici (furacilina, clorexidina).
  3. Gole irritate (forme acute e croniche). Le soluzioni saline, soda, Rotocan sono utilizzate per la purificazione.

Le procedure di lavaggio sono eseguite sia in cliniche mediche che a casa. In quest'ultimo caso, il paziente deve prima consultare un medico. Lo specialista ti aiuterà a scegliere una soluzione per il risciacquo, tenendo conto delle condizioni individuali del paziente e del decorso della sua malattia, ti parlerà delle peculiarità del lavaggio delle lacune delle tonsille a casa.

Come lavare le tonsille a casa?

Ci sono diversi modi per auto-pulire i solchi nelle ghiandole. Questi includono:

  • risciacquo;
  • eliminazione di tappi purulenti con tamponi di cotone e dischi;
  • trattamento con una siringa (senza ago);
  • utilizzare l'irrigatore.

Il requisito principale prima di applicare le procedure di cui sopra è di visitare il medico ENT, che istruirà il paziente sulle sfumature del trattamento. Una terapia scorretta a casa porterà ad un peggioramento della salute, lesioni ai tessuti molli, accelerazione della diffusione dei patogeni.

Se hai intenzione di effettuare manipolazioni terapeutiche, lavati accuratamente le mani con il sapone!

Prima del trattamento, si consiglia di visualizzare un video sul lavaggio delle tonsille:

sciacquare

Questo tipo di pulizia è adatto per eliminare la placca formatasi nella fase iniziale della malattia. La sua tecnica è semplice: basta prendere la soluzione medicinale in bocca e buttare indietro la testa, sciacquare le mucose.

Le spese di erbe utilizzate per il trattamento devono essere calde; antisettici - temperatura ambiente.

Durata del lavaggio - almeno 3 minuti. Frequenza - almeno 8 volte al giorno.

Cercare di risciacquare le lacune delle tonsille a casa con il risciacquo non è pratico: le soluzioni medicinali colpiscono solo la parte esterna delle ghiandole, mentre i tappi si trovano in profondità nel tessuto linfoide.

Lavare le tonsille a casa usando tamponi di cotone, bastoncini

Questi metodi di lavaggio consistono in due fasi:

  1. batuffoli di cotone / bastoncini inumiditi con soluzione disinfettante;
  2. le aree problematiche vengono strofinate con movimenti morbidi.

Un tampone di cotone è abbastanza comodo da rimuovere i depositi sciolti della casa: per uscire dalle spine dalle depressioni delle ghiandole, è necessario premere delicatamente le tonsille sotto la posizione della formazione del pus.

Applicazione siringa

Prima di sciacquare le ghiandole a casa utilizzando una siringa, è necessario preparare una soluzione di furatsilin (il principio di preparazione del fluido disinfettante è discusso di seguito). La gola viene delicatamente irrigata da uno strumento medico.

Sciacquare lacune con una siringa dovrebbe essere di fronte a uno specchio.

È vietato inghiottire il liquido alla fine della terapia - contiene agenti patogeni lavati dalla superficie delle tonsille.

Si raccomanda di lavare le tonsille 5 volte al giorno.

Uso dell'irrigatore

L'apparecchio utilizzato per il trattamento è chiamato una siringa "laringea". La sua principale differenza dal solito strumento medico è una punta curva allungata. Una risposta dettagliata alla domanda su come lavare le tonsille a casa con un irrigatore sarà data solo da un medico. Descrivere brevemente il processo di trattamento come segue:

  1. La siringa è piena del farmaco.
  2. La punta è delicatamente inserita nella lacuna della ghiandola.
  3. Le scanalature vengono lavate premendo sul pistone del dispositivo.

La pulizia viene effettuata da 1 volta al giorno.

Gli svantaggi dell'uso dell'irrigatore includono il rischio di lesioni alle lacune e l'eventuale spinta delle spine più profonde nel tessuto.

Schemi per la preparazione di soluzioni antisettiche

È consentita la produzione indipendente di Furacilina, decotti di spese mediche, soluzione salina e una serie di altri liquidi disinfettanti. I metodi di cottura sono mostrati nella tabella sottostante.

Quando si utilizzano le soluzioni per la procedura di trattamento, è necessario ricordare la regola principale: se si è ipersensibili ai componenti del prodotto (spesso si manifesta come reazione allergica), è vietato l'uso di liquidi disinfettanti.

Lavaggio delle tonsille nella clinica

Le cliniche di Mosca offrono ai pazienti 2 opzioni altamente efficaci per la pulizia dell'hardware delle ghiandole:

  • vuoto, usando il dispositivo Tonsilor;
  • lavaggio profondo che combina la pulizia dell'hardware con fonoforesi e ultrasuoni.

Entrambi i metodi aiutano non solo a curare le fasi acute delle malattie otorinolaringoiatriche, ma anche a liberarsi dalla tonsillite cronica.

Risciacquo a vuoto delle tonsille

Il metodo hardware per la pulizia delle ghiandole è una procedura che porta disagio al paziente. Per ridurre il dolore, viene utilizzato un anestetico (spesso il farmaco Lidocaina).

La durata delle manipolazioni - fino a 10 minuti.

La procedura è la seguente:

  • al paziente viene chiesto di assumere una posizione seduta, inclinare la testa in basso, sporgere la lingua;
  • il dispositivo speciale con cui è equipaggiato il dispositivo è sovrapposto agli accumuli linfoidi del paziente;
  • Con l'aiuto del vuoto, i depositi purulenti vengono rimossi dai condotti.

Il corso della terapia di solito comprende fino a 10 lavaggi (nei casi difficili il trattamento è esteso per altre 5 procedure). Dopo il recupero, per ottenere un effetto prolungato, gli esperti raccomandano di ripetere la procedura di pulizia dopo 12 mesi.

Come è la procedura di trattamento, puoi guardare il video:

Esposizione ad ultrasuoni

Risultati eccellenti nel trattamento delle tonsilliti mostrano accumuli linfoidi che puliscono in profondità. La diluizione degli accumuli purulenti e la morte di agenti patogeni provoca ecografia (frequenza - 26,5 kHz). Il processo è completato dall'introduzione di farmaci nel tessuto linfoide (fonoforesi). Prima della procedura, dovresti guardare un video sui principali stadi della terapia con Tonsilor:

Il trattamento tempestivo delle malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore riduce significativamente il rischio di patologie. Eliminare completamente i problemi consentirà un approccio integrato - non solo il lavaggio, ma anche l'assunzione di farmaci che stabilizzano il sistema immunitario e l'indurimento.

Non essere pigro, condividilo!

Un prerequisito per l'utilizzo dei materiali del sito è un link attivo alla fonte.

Tutte le informazioni sul sito sono fornite a solo scopo informativo. Prima di iniziare il trattamento, dovresti consultare un medico.